Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Freddo in arrivo, Milano predispone piano emergenza senzatetto

colonna Sinistra
Lunedì 13 novembre 2017 - 18:41

Freddo in arrivo, Milano predispone piano emergenza senzatetto

Al via mercoledì piano interventi con 2.780 posti a disposizione
20171113_184057_3CB715C2

Milano, 13 nov. (askanews) – L’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Milano ha allertato i servizi dedicati ai senzatetto in previsione del primo calo delle temperature della stagione e si prepara ad avviare, mercoledì 15 novembre, il potenziamento delle misure destinate all’assistenza e accoglienza dei senzatetto: il Centro Aiuto Stazione Centrale rimarrà aperto fino a mezzanotte per consentire l’accesso dei senza dimora, anche la sera tardi nei diversi centri. I posti letto disponibili saranno 2.780, un numero raggiunto nel 2013 dopo aver più che raddoppiato i posti a disposizione (nel 2011 erano 1.248). Saranno impiegate 17 unità notturne (anche mediche e psicologiche) e 5 centri diurni.

Al Casc di via Ferrante Aporti si svolgeranno le operazioni di registrazione e accesso ai servizi e si raccoglieranno le segnalazioni di persone in difficoltà. Questi gli orari di apertura e il numero di telefono: dalle ore 8.30 alle 20 dal lunedì al venerdì, il sabato e la domenica dalle 12 alle 20; numeri di telefono: 02/884 47645 -47647 -47649.

“Mercoledì parte ufficialmente il potenziamento dei servizi – ha affermato l’assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino – ma la massima attenzione, soprattutto alle unità mobili, è stata richiesta fin da oggi affinché si possa intervenire tempestivamente segnalando i ricoveri a chi si trova si trova per strada. Attualmente Milano dà un posto letto a circa 7.000 persone tra senza fissa dimora, richiedenti asilo e rifugiati e dalle prossime settimane si appresta ad aprire le proprie strutture ad ulteriori 2.780 persone per notte. Uno sforzo gigantesco che non ha pari in Italia. Da quest’anno potremo contare su una quota maggiore di risorse dal Governo grazie a tre programmi operativi che ci hanno messo a disposizione 13,6 milioni di euro per contrastare la grave emarginazione. Vogliamo dare risposte concrete ai senza dimora e a chi si trova in difficoltà, senza casa, senza lavoro, con problemi fisici e disagio mentale”.

Domenica 26 novembre la città sarà mobilitata per una raccolta solidale di giacconi, cappotti, coperte di lana e sacchi a pelo organizzata dall’Assessorato alle Politiche sociali e del Terzo settore con gazebo posizionati in diversi quartieri della città.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su