Header Top
Logo
Sabato 21 Ottobre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Cosa cambia col decreto vaccini e quali sono i 12 obbligatori

colonna Sinistra
Venerdì 19 maggio 2017 - 16:46

Cosa cambia col decreto vaccini e quali sono i 12 obbligatori

Aggiunti altri 7
20170519_164604_8CAE0BA1

Roma, 19 mag. (askanews) – Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola per i bambini fino ai 6 di età (fascia 0-6 anni). Per la scuola dell’obbligo (oltre i 6 anni, dall’iscrizione alla prima elementare) la mancanza della certificazione sui vaccini effettuati porterà a sanzioni dalle 10 alle 30 volte maggiori di quelle già esistenti.

DIVENTANO 12 I VACCINI OBBLIGATORI – Oltre ai vaccini già prescritti per legge (poliomielite, difterite, tetano, epatite B, pertosse), il decreto rende obbligatori per l’iscrizione anche vaccinazioni che fino a ora erano solo raccomandate: morbillo, rosolia, parotite, varicella, anti-Hib (Haemophilus influenzae tipo B) e meningococco B e C.

RISCHIO PENALE PER CHI NON MONITORA – “Sarà il combinato disposto delle iniziative che secondo noi avrà efficacia, cioè un aspetto di richiamo forte anche al penale per le direzioni scolastiche che non segnalano o che non fanno il monitoraggio: a noi interessa l’effetto gregge. Nella parte transitoria” che specificherà le misure tecniche del decreto vaccini “stiamo pensando a questo, ma sono richiami a normative già esistenti”. Lo ha precisato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, a margine della conferenza stampa. “Il direttore scolastico – ha detto – è tenuto a monitorare che nel suo plesso sia mantenuto l’effetto gregge e quindi ci sia un’azione di immunità e presenza di bambini vaccinati in numero congruo rispetto alla copertura di immunità”.

NORME A PARTIRE DA SETTEMBRE – Le nuove disposizioni sui vaccini obbligatori per l’iscrizione a scuola “valgono già a settembre: nelle norme transitorie stiamo prevedendo tutta una serie di accorgimenti per permettere che non ci siano intoppi burocratici o amministrativi che rendano vano questo sforzo e per garantire che chi deve recuperare un certificato o chi sta in lista d’attesa possa recuperare tutto” ha chiarito il ministro Lorenzin.

IPOTESI ESTENSIONE 6-16 ANNI – “Qualora dovessi ravvisare, come Ministero della Salute, su segnalazioni delle isitutuzioni scientifiche, una situazione di allarme che vada oltre, abbiamo un potere di ordinanza per un intervento che vada oltre, dando un percorso certo nell’azione delle vaccinazioni” ha concluso il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, circa una futura ipotesi di rendere obbligatori i vaccini anche per l’iscrizione alla scuola dell’obbligo dai 6 ai 16 anni.”Sono cose estreme che si fanno in casi estremi. Questo caso estremo in questo momento non c’è”, ha precisato.

Aer

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su