Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lombardia, da 500 segretari circolo Pd lettera contro scissione

colonna Sinistra
Venerdì 17 febbraio 2017 - 16:32

Lombardia, da 500 segretari circolo Pd lettera contro scissione

"Congresso appuntamento doveroso, dibattito scomposto"
20170217_163219_5FC86526

Milano, 17 feb. (askanews) – “Quello che prenderà avvio nei prossimi giorni dovrà essere un congresso vero, nel quale si confronteranno, con franchezza e passione, idee e proposte nelle quali riconfermare le ragioni del nostro stare insieme. Lavoreremo quindi perché sia il luogo del confronto e perché tutti si impegnino lealmente a rispettarne l’esito. Per questo non accettiamo anche solo l’accenno ad un’eventuale scissione, se davvero vogliamo guardare al bene della nostra comunità e del nostro Paese”. E’ questo uno dei passaggi chiave della lettera appello scritta una lettera-appello scritta dal segretario regionale lombardo Alessandro Alfieri e dai dodici segretari provinciali e controfirmata da più di 500 segretari di circolo in Lombardia.

I segretari parlano del Congresso come di un “appuntamento doveroso” dopo la sconfitta referendaria del 4 dicembre ma di un dibattito che si è aperto “spesso condotto in maniera scomposta sui media, che fa del Pd una caricatura inaccettabile per iscritti e volontari che ogni giorno mettono la faccia nei rispettivi territori”.

“Questo deve essere chiaro a tutti – affermano i segretari – il futuro dell’Italia dipende in buona parte dal futuro del Partito Democratico. Essere non uno dei tanti partitini presenti sulla scena, ma il principale partito del Paese richiede un di più di responsabilità. Ed è quella che auspichiamo. Da parte di tutti, da subito”. “Nei territori – conclude la lettera appello – cerchiamo ogni giorno le ragioni dell’unità e in alcuni casi abbiamo pagato a caro prezzo le divisioni. Non facciamo lo stesso a livello nazionale, proprio nel momento in cui i populismi non aspettano altro che approfittare delle nostre debolezze. Sarebbe un errore imperdonabile”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su