Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Di Maio lancia hastag “RenziConfessa”: ‘di tuo padre sapevi?’

colonna Sinistra
Venerdì 17 febbraio 2017 - 11:33

Di Maio lancia hastag “RenziConfessa”: ‘di tuo padre sapevi?’

Campagna virale M5s su social: Cinque domande all'ex premier su suo padre-Lotti-Romeo
20170217_113325_806E0C61

Roma, 17 feb. (askanews) – “1) Eri a conoscenza delle attività che stavano portando avanti il ministro Lotti e tuo padre? 2) Hai mai alloggiato in uno degli alberghi di Alfredo Romeo? Hai pagato regolarmente o sei stato ospitato? 3) Alfredo Romeo ha mai finanziato la tua fondazione o una delle tue campagne elettorali? A quanto ammontano le sue donazioni? 4) Hai mai avuto contatti pubblici o incontri privati con Alfredo Romeo? In che occasioni? Quale era la motivazione ufficiale? E’ registrato da qualche parte? 5) Sapevi del sistema di pagamenti su cui indaga la magistratura e dell’esistenza dell’inchiesta? E’ possibile che a causa tua ci siano state fughe di notizie?”. Sono le cinque domande all’ex premier Matteo Renzi, segretario del Pd, che formano la massiccia campagana M5s sui social #RenziConfessa, promossa per primo dal vicepresidente della Camera Luigi Di Maio.

“Ieri – la presenta Di Maio su Fb- nell’ambito dell’inchiesta Consip, una presunta corruzione su un mega appalto da 2,7 miliardi di euro, è stato indagato il padre di Matteo Renzi, Tiziano, per il quale si ipotizza il reato di concorso in traffico di influenza. Il personaggio al centro delle indagini è tale Alfredo Romeo, che si è aggiudicato appalti per oltre 600 milioni, i PM stanno cercando di capire come e se è stato favorito e se c’è stata corruzione. Per la stessa vicenda sono indagati per rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento il ministro Luca Lotti (braccio destro di Renzi e attuale ministro dello sport) e il comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette. I giornali, con le eccezioni dagli articoli de La Verità e del Fatto Quotidiano, fino ad ora hanno trascurato questa inchiesta (chissà come mai) e anche oggi più che dare la notizia, la “nascondono” in prima pagina, una nuova tecnica disinformativa: vi sfido a trovarla”.

“Al di là di quello che valuterà la magistratura – sottolinea Di Maio, invitando i suoi follower a copia incollare e rilanciare i quesiti a Renzi figlio- qui ci sono delle domande a cui l’uomo che ha “governato” il Paese per oltre mille giorni deve dare risposta a tutti gli italiani. Non c’è spazio in questa sede per affrontare i dettagli di ciò che è emerso nell’inchiesta, ma molti aspetti sono inquietanti. Non aspettate di trovarne traccia sui giornali, come succede per ogni starnuto di un portavoce del MoVimento 5 Stelle. Vi invito a informarvi autonomamente in Rete cercando “inchiesta consip” su google. Ne leggerete delle belle”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su