Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Iraq, M5s: militari italiani esposti a pericolo, Pinotti chiarisca

colonna Sinistra
Martedì 18 ottobre 2016 - 17:06

Iraq, M5s: militari italiani esposti a pericolo, Pinotti chiarisca

"Campagna guerrafondaia. Chiederemo informativa urgente a ministro"

Roma, 18 ott. (askanews) – “Da ieri è in corso un’offensiva da parte dell’esercito iracheno, supportato dalla coalizione internazionale, per liberare Mosul, in Iraq, dove dei nostri militari sono al momento impegnati nella salvaguardia della diga.

Il ministro Pinotti, questa mattina, parlando ad Agorà, quindi in tv, tanto per ribadire la sua totale distanza dalle istituzioni, ha assicurato che i nostri soldati non saranno coinvolti nella battaglia. Tuttavia, l’Isis ha dato il via a un uso massiccio di veicoli-bomba guidati da kamikaze, tanto che ieri ne hanno lanciati 11 in sole 2 ore. In più sono presenti in città cecchini, trappole esplosive e mine piantate dal Califfato.

Insomma, la possibilità che i nostri possano essere attaccati da qui in avanti non è purtroppo così remota”. Lo dicono, in una nota congiunta, deputati e senatori M5s delle Commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato.

“Quindi – aggiungono – chiediamo al ministro Pinotti come cambieranno, in tal caso, le regole di ingaggio attribuite al contingente di Mosul e agli uomini dispiegati ad Erbil. Al fuoco come risponderemo? Ci sarà un rafforzamento che andrà ad affiancare le 1.400 unità, tra settore aereo e settore terrestre, che già conta il nostro Paese in Iraq, o un ritiro dei nostri uomini? Quando ci ritroveremo nel pieno della guerra, cosa che già si sta verificando in queste ore, come reagirà l’Italia?”.

(Segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su