Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Dieci domande pubbliche Pd a M5s su firme false Palermo su Unità

colonna Sinistra
Martedì 18 ottobre 2016 - 10:01

Dieci domande pubbliche Pd a M5s su firme false Palermo su Unità

Il segretario palermitano Miceli: siano coerenti, anticipino i pm

Roma, 18 ott. (askanews) – “Se prima il giochino dialettico della diversità ontologica aveva un suo peso, esclusivamente perché il Movimento di Grillo era scarsamente presente nelle istituzioni locali e mai stato messo alla prova dei fatti, oggi la cronaca ha dissolto questa fortezza mediatica, mostrando la nudità di una proposta politica basata più sull’apparire che sull’essere”. Così Carmelo Miceli, segretario provinciale del Partito democratico di Palermo, sull’Unità.

“La narrazione della Casaleggio Associati del “noi puri e duri” contrapposti a “tutto il resto corrotto e inquinato” – continua – non ha più senso, è stata smentita dai fatti. Quanto accaduto a Palermo ha ancora molti punti oscuri” ed è “giunto il momento della verità, il momento in cui i vertici del Movimento 5 Stelle devono fornire le risposte a delle domande utili a fare piena luce su questa vicenda. 1) Chi ha coordinato le operazioni per la preparazione e presentazione della lista dei candidati del Movimento alle amministrative di Palermo del 2012? 2) Che ruoli hanno avuto Riccardo Nuti, Claudia Mannino, Giulia Di Vita e Loredana Lupo – attuali parlamentari della Repubblica italiana – nella fase di preparazione e presentazione della lista elettorale per le amministrative di Palermo del 2012? 3) E quelli di Giampiero Trizzino, Giorgio Ciaccio e Claudia La Rocca, attuali parlamentari della Regione Siciliana? 4) E quelli delle attiviste Samanta Busalacchi e Azzurra Cancellieri?”.

(Segue)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su