Header Top
Logo
Domenica 23 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi a partiti:Casa Italia e periferie bipartisan,litigi stop

colonna Sinistra
Venerdì 14 ottobre 2016 - 14:06

Renzi a partiti:Casa Italia e periferie bipartisan,litigi stop

"Lavorare insieme per il bene comune"
20161014_140546_EF0BA147

Roma, 14 ott. (askanews) – “Mi auguro che almeno sui temi delle periferie e del progetto Casa Italia tutte le forze politiche possano lavorare assieme, senza polemiche, per servire il bene comune. E lavorando per l’Italia. Perché piaccia o non piaccia questo è il Paese più bello del mondo. E dobbiamo smetterla di litigare su tutto. Al lavoro, sulle periferie, nelle città, per l’Italia”. Lo scrive su Facebook il presidente del Consiglio Matteo Renzi, tornando sul piano per le periferie presentato ieri all’assemblea dell’Anci a Bari.

“Il tema periferie – scrive il premier – è entrato nel dibattito mediatico dopo le elezioni amministrative del 2016: allora non c’era giornale o talk-show che non dedicasse grande attenzione questo problema. E molti sottolineavano come la mancanza di attenzione alle periferie fosse uno dei gravi problemi di scollamento tra politici e popolo. Da ex sindaco prima ancora che da premier, credo che la sfida della qualità urbana e delle periferie sia una delle più difficili e affascinanti del nostro tempo. Per questo abbiamo investito molto sulle periferie sia a livello economico che culturale, quasi sempre nel silenzio degli addetti ai lavori. Oltre un anno fa abbiamo stanziato cinquecento milioni di euro e chiesto alle singole amministrazioni di tutta Italia, di tutti i colori politici, di presentarci i loro progetti. Abbiamo ricevuto, però, richieste per oltre due miliardi di euro su progetti selezionati dai sindaci, tutti i sindaci, compresi i nuovi sindaci, non da noi. Con queste cifre avremmo dovuto bocciare tre progetti su quattro. Troppo. Abbiamo lavorato sodo in queste settimane. E ieri, davanti agli amministratori dell’Anci, abbiamo annunciato ufficialmente che grazie al Cipe ci sono le risorse per finanziare tutti i progetti sulle periferie avanzati dalle singole amministrazioni comunali. Tutti! Metteremo dunque a disposizione dei comuni i due miliardi. Dalla rigenerazione urbana di Scampia a Napoli fino al Corviale a Roma, dal quartiere satellite di Pioltello nella città metropolitana di Milano fino alla ferrovia urbana nel profondo sud di Ragusa, gli interventi che i sindaci ci hanno proposto saranno finanziati senza distinzione alcuna, nella logica della leale cooperazione istituzionale”, conclude Renzi.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su