Header Top
Logo
Giovedì 22 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Zanetti fonda alla Camera un nuovo gruppo con i deputati Ala

colonna Sinistra
Giovedì 14 luglio 2016 - 18:37

Zanetti fonda alla Camera un nuovo gruppo con i deputati Ala

"Primo passo verso la costruzione di un nuovo soggetto di centro"
20160714_183717_E8DF037D

Roma, 14 lug. (askanews) – Nasce il nuovo gruppo “Scelta Civica verso Cittadini per l’Italia”. A dar vita alla nuova formazione è il viceministro all’Economia, Enrico Zanetti, che proprio oggi ha annunciato l’addio al gruppo di Scelta civica assieme ad altri tre deputati. Obiettivo dell’iniziativa, spiega una nota, “la costruzione di una forza liberaldemocratica aperta a tutti coloro che ne vorranno far parte, sposandone programmi, principi, idee”.

Il nuovo gruppo alla Camera conta già una quindicina di adesioni, tra cui quelle dei deputati Mariano Rabino, Angelo D’Agostino e Giulio Sottanelli, di Scelta Civica; Francesco Saverio Romano, Ignazio Abrignani, Luca d’Alessandro, Giuseppe Galati, Massimo Parisi, Giovanni Mottola, Monica Faenzi e Giorgio Lainati della componente di Alleanza Liberalpopolare Autonomie; Marco Marcolin di Fare. Altri parlamentari hanno già annunciato l’intenzione di aderire nei prossimi giorni.

“E’ il primo passo verso la costruzione di un nuovo soggetto politico – spiega Zanetti – che mira ad aggregare le forze del centro di ispirazione liberaldemocratica. Il prossimo passo sarà l’adesione ai comitati liberali per il Sì al referendum costituzionale”.

“La decisione di Zanetti, di proseguire l’attuazione del percorso politico da tempo deliberato dagli organi direttivi del partito attraverso la costituzione di un nuovo gruppo parlamentare, segue – si spiega ancora nella nota – la decisione di 10 componenti su 20 del gruppo originario di Scelta Civica di eleggere il nuovo direttivo con il voto determinante dei componenti indipendenti non iscritti al partito. La determinazione del gruppo è avvenuta dopo che la direzione del partito aveva dato mandato allo stesso Zanetti di revocare la paternità politica del partito nel caso in cui si fossero ulteriormente verificate da parte del gruppo decisioni assunte con il voto determinante dei non appartenenti al partito”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su