Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Mussolini rivela: “a Roma dovevo far fuori Meloni”. Scontro Fdi-Fi

colonna Sinistra
Mercoledì 8 giugno 2016 - 14:07

Mussolini rivela: “a Roma dovevo far fuori Meloni”. Scontro Fdi-Fi

La ex candidata: vediamo se smentiscono, operazione da bassifondi
20160608_140753_0C1FCD23

Roma, 8 giu. (askanews) – Gli strascichi dello strappo romano, com’era inevitabile, continuano a creare tensioni all’interno del centrodestra. A generare l’ultimo casus belli è un’intervista al “Messaggero” di Alessandra Mussolini, capolista di Forza Italia nelle elezioni capitoline. Una frase in particolare: “La mia missione, per volere di Berlusconi – dice – era impedire l’accesso della Meloni al ballottaggio”. Aggiunge di “aver fatto una kamikazzata” ma che “l’obiettivo è stato colpito” perché “Meloni e Salvini, a Roma, volevano fare la pelle a Berlusconi e diventare padroni di tutto il centrodestra italiano ma non hanno fatto i conti la kamikaze che li ha abbattuti”.

Parole che ovviamente hanno suscitato l’indignazione di Fratelli d’Italia, il partito di cui Meloni è presidente. La richiesta, rivolta a Forza Italia, è quella di smentire immediatamente, quella che viene definita una “operazione di killeraggio” fatta da “rottami arruolati nei bassifondi della politica”.

Ciò che racconta Mussolini – scrive su Facebook Meloni – è “quello che noi abbiamo sostenuto fin dal primo giorno: l’appoggio di Berlusconi a Marchini a una coalizione senza alcuna possibilità di vittoria, che metteva insieme Alfano e Storace, Casini e Alemanno, poteva spiegarsi solo con la volontà di ostacolare il centrodestra e aiutare il Pd di Renzi ad arrivare al ballottaggio. Chissà in cambio di quale cortesia”.

“Ora Alessandra Mussolini, che non è mai stata famosa per la sua astuzia, lo dichiara apertamente mettendo a nudo – prosegue Meloni – tutto lo squallore dell’operazione messa in campo a Roma. Sono dispiaciuta soprattutto per gli elettori di centro destra che, in buona fede, hanno seguito le indicazioni di Berlusconi e di Forza Italia, non capendo che qualcuno li stava ingannando e stava utilizzando i loro voti per rafforzare il Governo Renzi Alfano. Sono certa, però, che capita la lezione, non si faranno prendere in giro la prossima volta. P.S.: Chissà se i vari Berlusconi, Matteoli, Gasparri, Brunetta e il resto di Forza Italia reputeranno di dover smentire le parole della loro capolista a Roma…”.

Fa eco il capogruppo Fdi Fabio Rampelli: “grazie Alessandra Mussolini per la schiettezza: sei stata una delle clave usate da Berlusconi per fermarci, per bloccare la rinascita di Roma, per impedire che con Giorgia Meloni non prendesse piede una leadership finalmente credibile per il centrodestra del terzo millennio”. E, rivolto a Silvio Berlusconi, aggiunge: “non riesco a immaginare – aggiunge – come un signore ricco di ottant’anni, due volte capo del governo italiano e alla testa di un impero economico possa diventare così perfido, pur ammettendo che anche la nipote del Duce non fa una bella figura: tentati killer in salsa Badoglio. Ma nella classifica degli impresentabili è nelle retrovie, neanche il gusto del primato del male”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su