Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Verdini incontra Pd: Ala in maggioranza no, consultarsi sempre sì

colonna Sinistra
Venerdì 29 aprile 2016 - 13:50

Verdini incontra Pd: Ala in maggioranza no, consultarsi sempre sì

'Non ci vuole neanche opposizione: siamo in Paradiso'.Rosato: Pd bipolarista. Speranza: incontro grave
20160429_135014_FFF32084

Roma, 29 apr. (askanews) – “Non siamo in maggioranza, e lì’opposizione dice che noi non siamo neppure opposizione.Diciamo che siamo in…Paradiso. Oggi comunque con il Pd abbiamo soltanto concertato un metodo di consultazione incentrato sui provvedimenti all’esame di Camera e Senato, un metodo per andare avanti in questa legislatura”. Lo ha detto Denis Verdini al termine del vertice di quasi un’ora a Montecitorio tra Pd e Ala, a cui hanno partecipato i capigruppo Pd di Camera e Senato, Ettore Rosato e Luigi Zanda, il vicesegretario dem Lorenzo Guerini e per la delegazione Ala, con Verdini anche i capigruppo Lucio Barani e Ignazio Abrignani. “Abbiamo parlato del referendum sulla riforma costituzionale e della formazione dei comitati per il ‘sì’. Non abbiamo stabilito niente, ma – ha sottolineato ancora Verdini- siamo nati per il sì e vorremmo sostenere le ragioni del sì” .

” Ala – ha dichiarto il capogruppo Rosato- è un gruppoimportante, di 20 senatori. E’ normale che ci confrontiamo conloro.E’ evidente che, come ha già detto il premier, in unsistema bipolare noi siamo alternativa al centrodestra econtinueremo a pensare che debba essere così”.

Contro l’incontro ha alzato la voce il leader della minoranza dem Roberto Speranza che, sempre a Montecitorio, ha riunita Sinistra riformista . “L’incontro tra Ala di Verdini e il Pd è un errore molto grave. Siamo tutti impegnati ventre a terra in una difficilissima campagna elettorale nelle più importanti città italiane – ha detto Speranza – e proprio all’indomani di un importante ricompattamento del centrodestra a Roma i vertici del Pd si incontrano con la quintessenza del trasformismo di origine berlusconiana. Così rischiamo di farci del male da soli”. “Che la minoranza Pd abbia malumori non è un fatto nuovo”, ha ribattuto a Speranza il suo successore alla guida dei deputati Pd Rosato.

Sferzante anche il commento di Sinistra Italiana, affidato all’ex Pd Ettore D’Attore. “Mattarella invoca un’alleanza controla corruzione. Per Renzi la priorita resta l’alleanza conVerdini e con i cosentiniani in Campania”, ha scritto su Twitter.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su