Header Top
Logo
Lunedì 24 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • M5s: governo in bilico, Mattarella chieda rinvio voto su riforme

colonna Sinistra
Venerdì 8 aprile 2016 - 12:38

M5s: governo in bilico, Mattarella chieda rinvio voto su riforme

"Sistema mafioso, trivellopoli potrebbe superare tangentopoli"
20160408_123818_AB77B4AC

Roma, 8 apr. (askanews) – “Chiediamo ufficialmente un incontro a Mattarella, il caso trivellopoli potrebbe avere conseguenze maggiori di tangentopoli. Gli chiederemo un monito al Parlamento perché si rinvii il voto sulla riforma della Costituzione a dopo la mozione di sfiducia al Senato, è incredibile che un governo appeso a un filo possa cambiare la Carta”. Lo ha detto il capogruppo del Movimento 5 stelle a Montecitorio, Michele Dell’Orco, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, condotta insieme alla sua collega del Senato, Nunzia Catalfo, e al deputato campano Carlo Sibilia, componente del direttorio M5s.

Secondo Sibilia lo “schema” che emerge dalle rivelazioni dell’inchiesta di Potenza sulla presunta influenza degli interessi delle compagnie petrolifere sulle decisioni del governo mette in luce “un sistema mafioso”. La permeabilità alle presunte pressioni e il coinvolgimento a vario titolo di membri del governo, citati nelle carte delle indagini e nelle intercettazioni (nessun ministro o sottosegretario al momento risulta indagato per la vicenda Tempa rossa) dimostra che “il governo che dovrebbe fare gli interessi dei cittadini è completamente collegato alla criminalità organizzata”. La tesi dei 5 stelle è che, essendo stati permeabili a interessi diversi da quelli dei cittadini, “queste persone si sono sottratte al loro dovere quindi sono tutti delinquenti. Qual è la differenza fra loro e i camorristi che commentando l’inquinamento della Terra dei fuochi dicevano ‘noi beviamo acqua minerale’?”.

In ogni caso, ha osservato Catalfo, “questo scandalo non si può risolvere con le sole dimissioni del ministro Guidi” perché siamo di fronte a “un sistema, che il Movimento 5 stelle aveva denunciato e scoperto già nel 2014”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su