Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi: accordo Ue-Turchia su migranti rispetta nostre condizioni

colonna Sinistra
Venerdì 18 marzo 2016 - 18:50

Renzi: accordo Ue-Turchia su migranti rispetta nostre condizioni

Ora dobbiamo lavorare tutti insieme perché funzioni
20160318_185016_2D61AF38

Roma, 18 mar. (askanews) – “La nostra posizione era sì all’accordo ma non a tutti i costi: possiamo dire che abbiamo ottenuto questo principio. L’accordo rispetta i requisiti che ci eravamo dati, ora dobbiamo lavorare tutti insieme perché funzioni nel migliore modo possibile”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi in conferenza stampa al termine del Consiglio europeo commentando l’accordo tra Ue e Turchia sui migranti.

“L’Italia è pronta a fare la sua parte: dovremo sempre più attrezzarci per una gestione più efficiente possibile” dei migranti destinati alla relocation, ha proseguito spiegando: “Per una settimana abbiamo avuto 200 persone alla stazione Termini e 70-80 a Milano: sembrava un’invasione e c’era un problema perché noi non lo stavamo gestendo bene. Altri paesi hanno numeri alti e diversi, ad esempio la Francia a Calais. Noi dobbiamo gestirla meglio anche al nostro interno la questione, ne stiamo discutendo con Alfano, con i Comuni. E’ importante quanto fatto da Fassino”.

“Auspico che sulla relocation qualcosa accada” ma “userei lo schema san Tommaso: finché non vedo non credo. Tuttavia mi pare ci sia più consapevolezza che questo sia un grande problema”, ha detto ancora Renzi rispondendo a chi gli domandava se con l’accordo Ue-Turchia sui migranti potesse subire un’accelerazione anche la relocation prevista per i migranti che si trovano al confine tra Grecia e Macedonia.

“E’ realistico questo progetto di accordo, è difficile da realizzare ma è possibile, è frutto di discussione e compromessi: i prossimi mesi, le prossime settimane ci diranno se sarà realizzato”, ha aggiunto. “Quello che vale per la Turchia fa da precedente per altri paesi. Lo stesso approccio riservato alla Turchia sarà riservato anche ai paesi africani”, ha concluso il premier.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su