Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Confronto Renzi-Schulz su proposte su crescita e investimenti

colonna Sinistra
Venerdì 18 marzo 2016 - 11:31

Confronto Renzi-Schulz su proposte su crescita e investimenti

Partecipano a incontro anche Moscovici e presidente Pse Stanishev
20160318_113149_478BBB05

Bruxelles, 18 mar. (askanews) – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha partecipato stamattina a Bruxelles a un incontro con il presidente del Parlamento europeo, il socialista tedesco Martin Schulz, a cui sono intervenuti anche il commissario Ue agli Affari economici, il socialista francese Pierre Moscovici, e il presidente del Partito dei Socialisti europei, il bulgaro Sergei Stanishev.

Renzi, arrivato alle 9.50 alla sede di Bruxelles del Parlamento europeo, è stato accolto da Schulz, ma i due si sono fermati solo un attimo per una foto davanti ai giornalisti che li attendevano, senza rilasciare dichiarazioni.

Il contenuto dei colloqui ha riguardato molto probabilmente la proposta del premier italiano di rilanciare gli investimenti pubblici e la crescita economica in Europa, in particolare scorporando dal calcolo del deficit/Pil – ai fini del rispetto del Patto di Stabilità – tutti i cofinanziamenti degli Stati ai progetti finanziati dai Fondi strutturali e di coesione dell’Ue.

Renzi aveva detto ieri notte, al termine della prima giornata del vertice Ue, che, dopo aver presentato “le proposte italiane sulla crescita, sulla flessibilità e sugli investimenti” ai leader dei Ventotto (che le avevano “ben recepite”), stamattina si sarebbe “fatto ulteriormente il punto anche come Socialisti e Democratici a livello europeo”. Questo, al fine di “coordinare una serie di proposte che saranno presentate, credo, al Consiglio europeo di giugno”, aveva spiegato il premier italiano.

Renzi è ripartito dal Parlamento europeo alle 11, sempre accompagnato da Schulz, e sempre senza rilasciare dichiarazioni, per recarsi alla sede del Consiglio europeo, dove i leader dei Ventotto aspettano di essere riconvocati per la seconda giornata del vertice Ue, in cui si cercherà di concludere l’accordo con la Turchia sui migranti.

Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, sta nel frattempo negoziando i termini dell’accordo, sulla base del mandato ricevuto ieri notte dai Ventotto, con il premier turco Ahmet Davutoglu; con Tusk ci sono anche il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker e il premier olandese Mark Rutte, il cui governo esercita la presidenza semestrale di turno del Consiglio Ue fino a fine giugno.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su