Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Mattarella: Italia unita cresce, fratture ci rendono più deboli

colonna Sinistra
Giovedì 17 marzo 2016 - 15:25

Mattarella: Italia unita cresce, fratture ci rendono più deboli

Istituzioni esempio di collaborazione, responsabilità e trasparenza
20160317_152539_8473D72A

Roma, 17 mar. (askanews) – “Insieme, nell’Unione Europea, siamo oggi più forti, più solidali e dunque più competitivi. Più unito è il Paese, migliore sarà la crescita in termini di durata e di sostenibilità. Quando si aprono fratture, invece, diventiamo tutti più deboli. Le istituzioni per prime sono chiamate a dare l’esempio di collaborazione, di responsabilità, di trasparenza nel servizio al bene comune”. Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una dichiarazione in occasione del 155esimo anniversario della proclamazione dell’unità d’Italia.

“La ‘Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera’, voluta dal Parlamento dopo le celebrazioni del 150° anniversario dell’unità d’Italia, celebra – ha ricordato il capo dello Stato – la data di nascita del nostro Paese, finalmente unito. Viviamo una stagione di straordinari cambiamenti e di sfide nuove e impegnative: l’unità del Paese può darci moltissimo, è un valore aggiunto decisivo nel contesto europeo e mondiale sempre più dinamico e interdipendente”.

“Dalla storia comune – ha ricordato ancora Mattarella – abbiamo tratto e possiamo ancora trarre grandi risorse. È accaduto in passato quando sono stati affrontati momenti difficili e passaggi drammatici. Lo spirito del Risorgimento, che ha avviato e compiuto il primo percorso unitario, è tornato a vivere ed è stato reinterpretato nella lotta di Liberazione dalla dittatura e dall’occupazione straniera. Oggi la Repubblica, per scelta degli italiani, è la nostra casa comune, e la Costituzione democratica ne è diventata il fondamento”.

“L’unità – ha proseguito – è anche un ideale. Questo testimonia la nostra storia nazionale. La Costituzione, l’inno e la bandiera ne sono simboli. E’ ciò che intendiamo oggi celebrare, dialogando soprattutto con le giovani generazioni, che stanno affrontando problemi inediti e che abbiamo la responsabilità di accompagnare – ha concluso Mattarella – verso un futuro di libertà e di coesione”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su