Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Primarie, Bassolino: “Contro il mio ricorso una sentenza preconfezionata?”

colonna Sinistra
Mercoledì 9 marzo 2016 - 14:57

Primarie, Bassolino: “Contro il mio ricorso una sentenza preconfezionata?”

Il Pd ancora sotto accusa. M5S: "Voto farlocco"
20160309_145704_966AFBDF

Roma, 9 mar. (askanews) – L’ex sindaco di Napoli ed exgovernatore della Camapania Antonio Bassolino, uscito sconfittodalle primarie di domenica scorsa per soli 452 voti rispetto aValeria Valente, teme che la decisione del Comitato di garanzia,riunito in questo momento nella sede partenopea del Pd, possaessere in qualche modo “preconfezionata”. Bassolino, che ierisera ha presentato ricorso al Comitato, ha espresso i suoi timori su Facebook: “Ai vertici del Pd qualcuno ha già emesso ilverdetto prima che gli organi competenti abbiamo esaminato ifatti. Ã? una sentenza preconfezionata?”.
Non si placa dunque la bufera sulle primarie del Partito Democratico, dopo il ricorso di Bassolino e la pubblicazione di un nuovo video da parte del sito Fanpage.it che mostra la presenza di esponenti locali del centrodestra ai seggi del Pd. Se a Napoli si rischia di bissare quello che successe cinque anni fa, quando il voto venne annullato, a Roma un funzionario del partito avrebbe rivelato al Messaggero che sono state “gonfiate” le schiede bianche e le nulle per mostrare una maggiore partecipazione al voto.
Dure le critiche del Movimento 5 Stelle. “Il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini che aveva fatto campagna elettorale per il candidatopiddino di Casavatore, la candidata sindaco di Napoli favoritadai brogli e dalla compravendita di voti, Valeria Valente, e ivertici del Pd devono presentarsi in commissione Antimafia,parlare e dire tutta la verità“, ha scritto Beppe Grillo sul suoblog, mentre Alessandro Di Battista, deputato e membro del direttorio dei grillini, ha definito “farlocche” le primarie del Pd, con episodi di “voto di scambio” che è “l’incipitche porta e ha portato a Mafia capitale”.
Ma contro la macchina organizzativa del partito si schiera anche la minoranza interna. “La commissione di garanzia è chamata ariunirsi per esaminare quanto accaduto. Spero faccia un lavoro rigoroso e affermidefinitivamente l’esito delle primarie: di fronte a quell’esitosiamo chiamati a sostenere il vincitore”, ha detto RobertoSperanza, ex capogruppo Pd alla Camera. “Non dobbiamo aspettare la magistratura – ha proseguito – seaspettiamo la magistratura siamo di fronte a una sconfittapolitica. Il Pd deve anticipare la magistratura ma esprimere noiun giudizio fermo e rigoroso. La vicenda di Napoli rischia dilasciare una macchia pesante, il ricorso di Bassolino vaaffrontato con rigore e serietà, non si metta la testa sotto lasabbia”.
Il presidente del Pd, Matteo Orfini, si difende: “Se ci sono singoli episodidiscutibili, gli organi di garanzia li esamineranno, ed eventualiatteggiamenti impropri saranno duramente puniti” ma non siarriverà all’annullamento delle primarie del Pd a Napoli perché”eventuali singoli episodi non inficiano il risultato”.
Silvio Berlusconi, intanto, approfitta della situazione per tornare a imporre Guido Bertolaso come candidato del centrodestra. “E’ un uomo concreto. A Roma si impone in assoluto unascelta come questa per governare la città, compito difficilissimoche il Pd ha ampiamente dimostrato di non saper svolgere e che iCinquestelle non sono neppure lontanamente all’altezza diaffrontare”, ha detto il leader di Forza Italia. “Poter contare su Bertolaso è una fortuna eccezionale”. Quanto alle primarie, ha fatto notare Berlusconi, “ogni volta c’è un contorno dipolemiche sui brogli, voti comprati, gruppi di cinesi e romportati a votare in massa senza avere la minima idea di cosaandassero a fare. Non so davvero perché il centrodestra dovrebbeprestarsi a una farsa di questo tipo”.
Uda

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su