Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi vola a Buenos Aires: da Macrì spinta forte a nuova Argentina

colonna Sinistra
Lunedì 15 febbraio 2016 - 16:19

Renzi vola a Buenos Aires: da Macrì spinta forte a nuova Argentina

E' il primo leader europeo a far visita al nuovo presidente: "siamo nazioni sorelle"
20160215_161905_AED503E5

Roma, 15 feb. (askanews) – Visita in Argentina oggi e domani per il premier Matteo Renzi, primo leader europeo a sbarcare sul Rio della Plata in visita ufficiale dopo l’insediamento alla Casa Rosada del moderato Mauricio Macri. Il presidente del Consiglio torna in America Latina a poco più di tre mesi dall’ultima missione latino americana in Cile, Perù, Colombia e Cuba.Una due giorni fitta di incontri a livello istituzionale, culturale ed economico-commerciale. La prima tappa della missione è a Buenos Aires dove Renzi depone una corona di fiori al monumento al generale San Martín, uno dei padri dell’indipendenza argentina, e poi incontra i giovani italiani ed italo-argentini insieme alla comunità italiana e ai suoi rappresentanti istituzionali presso la scuola italiana “Cristoforo Colombo”.

“Passerò – ha scritto Renzi dal volo per Buenos Aires nella sua e news settimanale- ventiquattro ore molto intense, insieme a Mauricio Macri, nuovo presidente della Repubblica argentino. La leadership di Macri potrà dare una grande spinta a questo meraviglioso Paese, ne sono e ne siamo convinti. Sarò il primo europeo a visitare la nuova Argentina e del resto il tradizionale rapporto tra i nostri due Paesi è sempre stato fortissimo: due nazioni sorelle che devono ancora scrivere la pagina migliore dei propri rapporti”.

La giornata prosegue con la visita al teatro Coliseo e alla sede della società Dante Alighieri per concludersi con la lectio magistralis che il presidente del Consiglio ha in programma presso la facoltà di scienze economiche dell’Università di Buenos Aires.

Domani primo appuntamento al cantiere del progetto del sotterramento della linea ferroviaria “Sarmiento” a cui seguirà l’incontro con il presidente della Repubblica Argentina Mauricio Macri presso la Casa Rosada. Renzi conosce da tempo Macri – l’amicizia tra i due risale ai tempi in cui l’uno era sindaco di Firenze e l’altro governatore della città di Buenos Aires – ed è stato uno dei primi leader a chiamare il neo eletto presidente per complimentarsi della vittoria dopo la stagione di Cristina Kirchner. A concludere il viaggio le dichiarazioni alla stampa.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su