Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Bagarre in aula sulle unioni civili. Bagnasco: il voto sia segreto

colonna Sinistra
Giovedì 11 febbraio 2016 - 19:26

Bagarre in aula sulle unioni civili. Bagnasco: il voto sia segreto

Gasparri contro Lo Giudice: compri i bambini
20160211_192643_3A1FCF41

Genova, 11 feb. (askanews) – La Cei scende in campo sul tema delle unioni civili e chiede che la votazione sul controverso ddl Cirinnà resti segreta. La dichiarazione del cardinale Angelo Bagnasco è arrivata al termine di una giornata in cui l’iter in aula è stato animato da una bagarre tra Maurizio Gasparri e il senatore Pd Sergio Lo Giudice accusato dal deputato di Forza Italia di “comprare i bambini”.
“Questo provvedimento io lo chiamo disegno di legge Lo Giudice (non Cirinnà), visto che stiamo facendo tutto questo, in particolare con l’articolo 5, perché serve a Lo Giudice, contro il quale si esprimerebbero non solo molti colleghi del Pd ma anche il presidente Napolitano – ha esordito il senatore di Fi in aula -. Ho letto un articolo di Belpietro che trascrive una conversazione televisiva tra lui e Lo Giudice, che non ha risposto sul costo dell’acquisto del famoso bambino comprato”.
Frase che ha scatenato la reazione dai banchi del Pd e dallo stesso Lo Giudice che, rivolto a Gasparri, ha gridato: “Non ti permettere!”. Ma il senatore azzurro ha continuato: “La legge per comprare i bambini non si può fare”.
Il battibecco è continuato finchè il presidente di turno, Roberto Calderoli, è intervenuto per chiedere a tutti di abbassare i toni: “Lo spettacolo che stiamo dando è una cosa veramente di bassissimo livello”, ha detto.
“Ci auguriamo tutti che il dibattito in Parlamento e nelle varie sedi istituzionali sia ampiamente democratico, che tutti possano esprimersi e vedere considerate le loro obiezioni e che la libertà di coscienza di ciascuno su temi così delicati e fondamentali per la vita della società e delle persone sia non solo rispettata ma anche promossa con con una votazione a scrutinio segreto” ha invece detto il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, commentando appunto l’iter parlamentare del ddl Cirinnà sulle unioni civili.
Fos/Int5

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su