Header Top
Logo
Venerdì 28 Aprile 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Raciti: il Pd siciliano non è il nuovo partito dei compari

colonna Sinistra
Sabato 6 febbraio 2016 - 10:07

Raciti: il Pd siciliano non è il nuovo partito dei compari

Dobbiamo far valere le regole e i nostri valori

Roma, 6 feb. (askanews) – “Il Pd siciliano non è scalabile, non è il nuovo ‘partito dei compari’. Dobbiamo chiedere agli altri di partecipare alle nostre sfide, non essere lo strumento per le sfide o le scalate degli altri”. Lo afferma Fausto Raciti, segretario regionale del Pd siciliano, all’Unità.

“Chiederò ai garanti – annuncia – di fare il loro mestiere, verificare la trasparenza del tesseramento, evitare che si siano’pacchetti’ di tessere, fotocopie, scalate o altre anomalie. Ho una serie di segnalazioni, poi starà ai garanti verificarle e indicarle. Cuffaro provocatoriamente ha aperto la discussione, ma non ha detto che sta ‘infiltrando’ i suoi nelle tesserePd, quanto che una parte del suo mondo politico trova una continuità nel ‘modello Cuffaro’, non tanto nell’Udc. Per questo vanno rimarcate le differenze, e non significa essere unasinistra retrograda che chiede il test del Dna a chi vuole prendere la tessera, ma rendere effettivo un sistema di regole e, dal punto di vista politico, rafforzare le differenze, i valori, la linea”.

“Che il tesseramento sia aperto – ricorda Raciti – è scritto nello Statuto. Ma il Pd non è un contenitore vuoto che riempi con chiunque. E il Partito della Nazione non vuol dire ‘siamotutti uguali’, ha una sua storia, una dignità e una differenza radicale rispetto al modello Cuffaro. Modello che in Sicilia ha portato a troppe società partecipate con una folla di personale,con un bilancio dissestato e l’autonomia regionale svuotata di significato”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su