Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • La rabbia di Renzi per le statue coperte, P.Chigi avvia indagine

colonna Sinistra
Mercoledì 27 gennaio 2016 - 20:06

La rabbia di Renzi per le statue coperte, P.Chigi avvia indagine

Premier "profondamente irritato" vuole capire le responsabilità
20160127_200628_DACF5CB6

Roma, 27 gen. (askanews) – Una indagine interna per capire la responsabilità della decisione di coprire alcune statue dei Musei Capitolini in occasione della visita del presidente iraniano Hassan Rohani. E’ la decisione di Palazzo Chigi all’indomani dello scoppio del “caso” che ha provocato polemiche in Italia e in tutto il mondo.

Una vicenda che ha visto Matteo Renzi “profondamente irritato”, spiegano esponenti del Pd vicini al presidente del Consiglio. Il premier non ha parlato del caso: uscito dal Senato dopo la replica sulla mozione di sfiducia per il decreto banche, interpellato dai cronisti, ha glissato: “Oggi parlo di banche”.

Secondo una prima ricostruzione non ufficiale, la richiesta della copertura delle statue di nudo sarebbe stata avanzata dalla delegazione iraniana e accolta dagli uffici della presidenza del Consiglio, senza un avallo politico. Lo stesso ministro per i Beni culturali Dario Franceschini, parlando di scelta “incomprensibile”, ha assicurato: “Io e Renzi non ne sapevamo nulla”. Scoppiata la polemica, il premier avrebbe esternato il suo disappunto sfociato, appunto, nell’apertura di una indagine interna avviata dal segretario generale di Palazzo Chigi Paolo Aquilanti per “accertare le responsabilità e fornire, con la massima sollecitudine, tutti i chiarimenti necessari relativi all’organizzazione presso i Musei Capitolini della visita in Italia del presidente iraniano Rohani”.

La vicenda non è quindi chiusa e non è possibile escludere una “riorganizzazione” negli uffici. “Non è il primo scivolone – spiega un esponente Pd vicino al premier -. C’era stato anche il presunto litigio per gli orologi nella delegazione italiana in visita in Arabia Saudita. Quindi, a questo punto, è possibile qualche cambiamento negli uffici”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su