Header Top
Logo
Giovedì 27 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Unioni civili, Cirinnà: sento il peso della felicità altrui

colonna Sinistra
Martedì 26 gennaio 2016 - 12:08

Unioni civili, Cirinnà: sento il peso della felicità altrui

"Mediare? Un diritto c'è o non c'è"
20160126_120838_0CACFC31

Roma, 26 gen. (askanews) – “La sera, fino a tardi, mi arrivano messaggi pieni di aspettative: ‘Monica, non mollare; Monica sei la nostra speranza; Monica voglio vivere qui, nel mio Paese, non voglio sposarmi in Inghilterra o in Spagna’. Sento un peso enorme, quello della felicità degli altri, una felicità che io ho gia”, con “la mia famiglia allargata. Ecco: vorrei che anche gli altri, le persone ora discriminate, possano vivere la loro felicità”. Lo ha affermato, in un’intervista a “Repubblica”, Monica Cirinnà, la senatrice del Pd firmataria del ddl sulle unioni civili.

Per Cirinnà non ha senso parlare di mediazione sul provvedimento. E’ una cosa che “mi fa tremare i polsi. Che si vuole mediare? Un diritto o c’è o non c’è. Ma so che qualcuno può tirare i fili più in alto di me. Non ho dubbi su Renzi, Boschi e Orlando, su loro no. Ma in questo Parlamento io sono solo la formica che ha portato a casa tutti i chicchi di grano che poteva”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su