Header Top
Logo
Giovedì 21 Marzo 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • “Niente bimbi al ristorante”, il cartello choc di un locale a Roma

colonna Sinistra
Martedì 19 gennaio 2016 - 11:16

“Niente bimbi al ristorante”, il cartello choc di un locale a Roma

Il ristoratore si difende dalle critiche: colpa dei genitori disattenti
20160119_111642_11171CAB

Roma, 19 gen. (askanews) – “A causa di episodi spiacevoli dovuti alla mancanza di educazione, in questo locale non è gradita la presenza di bambini minori di anni cinque, nonché l’ingresso di passeggini e seggioloni per motivi di spazio”. Fa discutere il cartello esposto all’esterno del suo ristorante da un ristoratore romano che però intervenendo su Radio Cusano Campus, si difende: “I bambini sono maleducati” e non intende tornare sui sui passi: “Non mi aspettavo tutto questo clamore. Io sono nonno, ho dei nipoti anche io. Non ce l’ho con i bambini, guai a chi li tocca. Ce l’ho con i genitori che non sanno educare i propri figli. Io quando andavo da bambino al ristorante con mio papà, lui mi diceva ‘stai buono, se ti muovi ti spacco le gambe’. Oggi invece i bambini fanno un casino. E poi per i passeggini non ho spazio.E’ proprio una questione materiale, questi passeggini sembrano tutti SUV, occupano un sacco di posti. Tanti miei colleghi, ristoratori, hanno lo stesso problema ma non hanno il coraggio di dirlo. Io invece sono uscito allo scoperto”.
Poi chiarisce: “Tante volte mi è capitato di richiamare igenitori che avevano letteralmente abbandonato i propri figliall’interno del locale. Vanno in giro, si nascondono sotto aitavoli, a volte c’è anche il rischio che si facciano male. Unbambino una volta si è infilato sotto al tavolo di due coppie egli è quasi cascata in testa la coppa del ghiacchio. Il bimbopoteva farsi male seriamente, ma la mamma invece ha continuato achiacchierare come se niente fosse”.
Mpd/Int5

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su