Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Cirinnà: non cambio nulla, mio ddl rispetta la Carta

colonna Sinistra
Lunedì 18 gennaio 2016 - 16:17

Cirinnà: non cambio nulla, mio ddl rispetta la Carta

"Non c'è alcuna equiparazione con il matrimonio"
20160118_161744_F5ACD6A4

Roma, 18 gen. (askanews) – “Non c’è alcuna equiparazione con il matrimonio e non c’è niente da cambiare nel testo”. Lo dice Monica Cirinnà, senatrice Pd, prima firmataria della legge sulle unioni civili, in una intervista a Repubblica. Cirinnà sostiene che è stata già accolta l’indicazione della Consulta del 2010 nella “sua” legge, e perciò le unioni civili sono definite “formazione sociali specifiche”.

“Sicuramente – ammette Cirinnà – nella maggioranza di governo, i centristi dell’Ncd chiedono maggiori differenze tra unioni civili e matrimonio. Questo però non è un punto che sia stato sollevato nel gruppo dem al Senato, dove l’unica divisione resta sull’articolo 5, cioè sulla stepchid adoption che preferirei chiamare in italiano ‘adozione co-parentale di bambini nella coppia’”.

“Per specificare il fatto che persino i riti sono diversi – conclude Cirinnà – per l’unione civile sono escluse tutte quelle pratiche di natura simbolica che esistono per il matrimonio.Quindi per le coppie omosessuali non ci sono le pubblicazioni, si va in municipio con i testimoni. Per il rito matrimoniale il sindaco deve leggere gli articoli del codice civile sul matrimonio. Mentre nell’unione civile il sindaco si riferirà esclusivamente alle norme contenute nella legge. Sull’uso del cognome: nell’unione civile è una opzione”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su