Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Roma, Giachetti si candida a primarie Sindaco: impegno gravoso

colonna Sinistra
Venerdì 15 gennaio 2016 - 19:40

Roma, Giachetti si candida a primarie Sindaco: impegno gravoso

Orfini e renziani in campo per lui. Minoranza Pd tace. Fassina: è la negazione unità centrosinistra
20160115_194012_9740351B

Roma, 15 gen. (askanews) – Roberto Giachetti rompe gli indugi e annuncia con un video pubblicato sui social network che si candida alle primarie per il candidato sindaco. Pochi giorni dopo la ‘investitura’ da parte del premier-segretario, Matteo Renzi, che aveva detto “conosce Roma meglio di chiunque altro”, il vicepresidente della Camera ed ex radicale scende in campo per quello che prevede sarà “un impegno gravosissimo”.

Giachetti sceglie anche di caratterizzare da subito la sua campagna con il coinvolgimento della società civile, di tutti i romani: “Roma non cambierà mai se si delega tutto a un’unica persona o a una squadra, per quanto in gamba, Roma deve cambiare anche nei suoi modi e ciascuno di noi, ciascuno di voi deve sentirsi chiamato in causa per produrre questo cambiamento”.Perciò si parte subito con una mail e un sito internet attraverso i quali Giachetti cercherà di entrare in contatto diretto con chi ha voglia di impegnarsi per avere idee e proposte per migliorare la città. E per mobilitare quanta più gente possibile il deputato dem punta anche sulle primarie: “la cosa più importante che le primarie possono assicurare è un salto di qualità nella consapevolezza di ciascuno di essere importante e decisivo per un grande cambiamento”, dice.

Peccato che i possibili sfidanti alle primarie non siano dellostesso avviso. Stefano Fassina, ad esempio, candidato di Sinistra italiana e sostenuto da Sel fa sapere che la presenza di Giachetti sarà un ostacolo alla sua partecipazione. Spiega Paolo Cento: “I tempi e i modi con cui il Partito Democratico sceglie Giachetti come candidato sindaco per Roma negano tutti gli appelli per unire il centrosinistra e perfino le stesse primarie sembrano sempre più un esercizio retorico per legittimare le decisioni di Renzi”.

Sul fronte interno ai dem il quadro non è meno complesso, Walter Tocci, su cui puntava anche una parte della minoranza Pd si è sfilato dalla competizione, i più probabili rivali di Giachetti, al momento, sembrano essere Roberto Morassut e Paolo Masini, entrambi di area veltroniana. C’è anche l’incognita Ignazio Marino, che non ha ancora sciolto la riserva sulla sua candidatura diretta alle primarie. L’ex sindaco potrebbe infatti sostenere a sua volta il nome di qualche suo ex assessore come Estella Marino.

Tra i primi a festeggiare la candidatura di Giachetti il presidente del Pd, nonchè commissario del partito romano, Matteo Orfini: “Giachetti è una personalità di assoluto livello che può incarnare le aspettative della città riguardo al lavoro di pulizia e di rinnovamento che abbiamo intrapreso e penso che possa farci vincere”. “Mettersi in gioco e scommettere sui cittadini, questo è lo spirito delle primarie. Grazie Giachetti per la sua candidatura”, ha aggiunto il vicesegretario, Lorenzo Guerini. Anche il presidente della regione, Nicola Zingaretti, che alcuni nel Pd avrebbero preferito corresse per il Campidoglio, sosterrà Giachetti.

Dalla parte dell’ex radicale vicino al premier-segretario anche i renziani come Andrea Marcucci, e i franceschiniani David Sassoli ed Ettore Rosato. Come pure Luigi Zanda, il capogruppo al Senato che con Giachetti e Rutelli ha vissuto la prima stagione del centrosinistra alla guida del Campidoglio e per il quale quindi “la candidatura di Roberto Giachetti è un’ottima scelta per Roma”. Nessun commento invece da parte della minoranza dem che aveva espresso fino a ieri qualche perplessità sull’ipotesi di far candidare il vicepresidente della Camera preferendo una linea più favorevole a tenere unito il centrosinistra.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su