Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Family day in “marcia” il 30 gennaio, no politici dal palco

colonna Sinistra
Giovedì 14 gennaio 2016 - 14:28

Family day in “marcia” il 30 gennaio, no politici dal palco

Pagano riunisce Comitato parlamentari, anche M5s tra presenti
20160114_142835_5D49A6B6

Roma, 14 gen. (askanews) – Sarà una marcia, e “non una manifestazione statica”, che da piazza Repubblica si concluderà in piazza San Giovanni. Prende forma il nuovo Family Day che si terrà a Roma il prossimo 30 gennaio, durante i giorni più caldi del dibattito al Senato del ddl Cirinnà sulle unioni civili.Questo – da quanto si apprende – è quanto emerso dall’incontro organizzato ieri in tarda serata dal comitato “Parlamentari per la famiglia”, coordinato da Alessandro Pagano (Ncd), con il presidente del comitato ‘Difendiamo i nostri figli’, Massimo Gandolfini, promotore del Family Day. “Ci saranno più persone della manifestazione dello scorso 20 giugno”, avrebbe detto Gandolfini, precisando che non ci sarà alcun intervento politico dal palco e annunciando la presenza di rappresentanti di altre fedi religiose.

Oltre 60 i deputati e senatori che hanno preso parte all’incontro. Nutrita la pattuglia dei centristi di Ncd e Udc (con Sacconi, Formigoni, Buttiglione, Pagano, Binetti, D’Ascola), gli ex Ap Quagliariello, Giovanardi, Roccella e le opposizioni, tra cui Gasparri di Fi, Giancarlo Giorgetti e Centinaio della Lega Nord, fino ad alcuni esponenti dei 5Stelle.

In merito al ddl Cirinnà, dai presenti è stata ribadita la netta contrarietà e opposizione alla stepchild adoption e all’equiparazione delle unioni civili al matrimonio. Anche l’ipotesi affido è stata duramente bocciata da Sacconi, secondo cui “non risolve nulla né sul piano politico né nel merito”.Giovanardi ha denunciato la “violazione dell’art.72 della Costituzione, considerato che il nuovo testo del ddl Cirinnà non è stato discusso in commissione neppure un secondo”, mentre per il deputato della Lega Nord, Giorgietti, in merito al voto sul provvedimento, “solo Grillo ci può salvare…”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su