Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Tra una settimana ok del Senato su riforme, ma opposizione attacca

colonna Sinistra
Mercoledì 13 gennaio 2016 - 12:05

Tra una settimana ok del Senato su riforme, ma opposizione attacca

Sel: mercimonio dei voti. M5s: barattate con poltrone e soldi
20160113_120510_619184D4

Roma, 13 gen. (askanews) – Il Senato darà il via libera al ddl di riforma costituzionale tra una settimana, mercoledì 20 gennaio, ultimo passaggio prima del via libera definitivo previsto ad aprile a Montecitorio. Decisione che ha fatto slittare di un paio di giorni il rinnovo dei vertici delle commissioni a palazzo Madama. E subito è scoppiata la polemica, con le opposizioni che hanno accusato la maggioranza di “mercimonio di voti” e “voto di scambio”.

“Quanto successo in capigruppo al Senato – ha attaccato l’esponente di Sel Loredana de Petris – è veramente grave: si comprano i voti per il timore di non avere la maggioranza sulle riforme costituzionali. Questo si chiama voto di scambio, persino nell’ultimo passaggio parlamentare, che dovrebbe essere molto solenne, non hanno voluto evitare l’ombra pesante del mercimonio dei voti sulle riforme”.

Dello stesso tenore le accuse del M5S: “Non è possibile – ha detto Michele Giarrusso – anche solo far sospettare che lo slittamento della nuova composizione delle commissioni derivi dal tentativo della maggioranza di usare le istituzioni come merce di scambio, barattando le riforme per una poltrona dapresidente o vice presidente di commissione e qualche migliaia di euro in più di indennità”.

“Se non fosse sotto ricatto questo voto probabilmente non si realizzerebbe, o riceverebbe la maggioranza grazie ad alcuni voti diciamo meno nobili, di cui ci si vergogna, che non si vuole appaiano essenziali per una riforma così importante”, ha affermato la capogruppo dei Conservatori e riformisti, Cinzia Bonfrisco.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su