Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Banche, Forza Italia rivendica presidenza commissione inchiesta

colonna Sinistra
Lunedì 28 dicembre 2015 - 17:43

Banche, Forza Italia rivendica presidenza commissione inchiesta

Brunetta: vicenda delicata,non può essere a uso e consumo interno del Pd
20151228_174345_F3E4C32C

Roma, 28 dic. (askanews) – Forza Italia rivendica per sè, o comunque all’opposizione, la presidenza della commissione bicamerale d’inchiesta sul sistema bancario e le banche in crisi che lo stesso premier Matteo Renzi ha proposto e il Pd proposto. “Forza Italia – ha sottolilineato il capogruppo alla Camera Renato Bruneta- ha chiesto per prima l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema di vigilanza sulle banche. Ribadiamo con forza la nostra azione politica e chiediamo che la presidenza di questa Commissione venga data ad un esponente dell’opposizione. Questa delicata vicenda non può essere ad uso e consumo interno del Partito democratico, di Renzi e dei suoi cari”.

Il capogruppo azzurro, inoltre, ha espresso “totale solidarietà nei confronti dei risparmiatori truffati e riuniti nel comitato ‘Vittime del salva-banche’, che questa mattina hanno manifestato davanti alla sede centrale di Banca Etruria ad Arezzo”.

“Forza Italia – ha affermato Brunetta- continuerà la battaglia parlamentare a favore dei cittadini già iniziata durante la discussione sulla legge di stabilità, chiedendo che il Fondo istituito dal governo non si fermi a 100 milioni di euro ma venga alimentato dal Fondo interbancario di tutela dei depositi e dalle plusvalenze derivanti dalla cessione di azioni, partecipazioni, diritti, nonché attività e passività delle banche in risoluzione, fino al completo ristoro degli obbligazionisti subordinati truffati; chiedendo che gli obbligazionisti truffati possano ricorrere, oltre che all’arbitrato, anche allo strumento della class action;chiedendo, infine, che agli obbligazionisti truffati vengano in alternativa assegnati warrant che diano diritto a sottoscrivere azioni degli enti ponte a prezzo predefinito e scontato. Tutto ciò per garantire e risarcire pienamente i cittadini e le famiglie che hanno affidato alle loro banche i risparmi di una vita e che si sono trovati da un giorno all’altro con un pugno di mosche in mano. Altro capitolo riguarderà la trasparenza e l’accertamento delle responsabilità”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su