Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Legge di stabilità, arriva la carta sconti per famiglie con 3 figli minori – Le misure

colonna Sinistra
Sabato 19 dicembre 2015 - 22:03

Legge di stabilità, arriva la carta sconti per famiglie con 3 figli minori – Le misure

Battute finali del provvedimento che lunedì passerà all'esame del Senato
20151219_220308_3DB633DC

Roma, 19 dic. (askanews) – Rush finale dell’aula della Camera per l’approvazione della legge di stabilità senza ricorso al voto di fiducia. I deputati puntano a concludere nella notte l’esame degli emendamenti e dei circa 300 ordini del giorno per procedere, dopo il Consiglio dei ministri per l’ok alla nota di variazione al bilancio, al via libera finale al ddl bilancio e al ddl stabilità. Da lunedì la manovra per il 2016 passerà all’esame del Senato per l’ultima e definitiva lettura con l’ok definitivo previsto entro il 22-23 dicembre.
Molte le modifiche approvate nel passaggio a Montecitorio in particolare nel corso della maratona in commissione Bilancio dove tra le principali novità ci sono le misure su banche, Sud e sicurezza. Meno significativi i ritocchi in assemblea dove il governo ha presentato 26 emendamenti perlopiù con correzioni di natura tecnica. Approvate anche un pò di proposte di modifica dei diversi gruppi parlamentari.
In particolare, arriva nel 2016 “la carta della famiglia” destinata ai nuclei con almeno tre figli minori a carico per gli sconti a servizi di trasporto, culturali, sportivi, ludici, turistici ed altro. Via libera dell’aula della Camera anche a un emendamento del Pd sulla norma sulle spiagge per escludere dalla sospensione dei procedimenti amministrativi pendenti alla data del 15 novembre 2015 gli stabilimenti balneari presenti nei Comuni e i municipi commissariati o sciolti per mafia, come il municipio di Ostia.
E ancora, il governo prima di procedere alla privatizzazione delle Ferrovie deve presentare al Parlamento una relazione che “evidenzia in modo puntuale l’impatto economico, industriale, occupazionale e sociale derivante dal piano di privatizzazione”.
E’ arrivata, inoltre, la bocciatura all’emendamento di Fratelli d’Italia (sottoscritto da molti deputati di diversi gruppi tra cui il Movimento 5 stelle) che esclude dal primo gennaio le pensioni di invalidità e le indennità di accompagnamento dai redditi per la determinazione dell’Isee. Sulla proposta si è scatenato un acceso dibattito in assemblea.
Roma, 19 dic. (askanews) – Inoltre, le società estere con succursali in Italia, che non hanno sottoscritto gli accordi sullo scambio delle informazioni fiscali, dovranno trasmettere la rendicontazione sull’attività economica effettiva. Poi, i fondi per il Comune Campione d’Italia vengono ridotti da 12 a 9 milioni (per rientrare dallo sforamento della spesa di 150 milioni assegnata alla Camera) e arriva un taglio di 10 milioni al Fondo per il 2 per mille alla cultura. Viene incrementato di 2 milioni il fondo indigenti.
Sì anche a un emendamento che stabilisce che il livello di finanziamento del fabbisogno sanitario standard cui concorre lo Stato è aumentato di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018. La proposta integra la misura introdotta dalla commissione Bilancio in base alla quale dal primo gennaio i cittadini che usufruiscono delle cure termali saranno tenuti a partecipare alla spesa per almeno 55 euro.
Salta la riserva del 20% delle risorse della nuova Sabatini per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti ed attrezzature al Sud.Il governo con un emendamento stabilisce che sia destinata soltanto una quota del 20% del Fondo di garanzia per le Pmi. Dal fondo sul credito alle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata viene cancellato l’automatismo nel reperimento delle risorse per gli anni successivi al 2018.
Il decreto del ministero dell’Istruzione, relativo al piano straordinario per la chiamata diretta dei professori di prima fascia, dovrà essere emanato entro il 31 gennaio del prossimo anno. Mentre si precisa che le assunzioni che Matera ‘città europea della cultura 2019’ potrà effettuare in deroga al blocco del turn over per la pubblica amministrazione riguarderanno solo contratti flessibili.
Arriva inoltre un mese di tempo in più, da marzo ad aprile, per il varo del decreto sull’estensione al 2017, vincolata al via libera Ue, degli sgravi per i neo-assunti per il Sud. Il taglio delle accise sui prodotti energetici per le navi che fanno esclusivamente movimentazione all’interno del porto, nel limite di spesa di 1,8 milioni euro annui, dovrà essere disciplinato con un decreto del ministero dell’Economia di concerto con il ministero delle Infrastrutture.
Approvato anche un emendamento della Lega che prevede che dal primo gennaio 2017 è istituito un fondo di 5 milioni all’anno da destinare alle regioni a statuto ordinario che confinano con l’Austria e la Svizzera per la riduzione del prezzo della benzina per le province di confine.
int4

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su