Header Top
Logo
Martedì 23 Maggio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Accordo Pd-M5S sblocca stallo su giudici Consulta, ira di Fi

colonna Sinistra
Giovedì 17 dicembre 2015 - 08:36

Accordo Pd-M5S sblocca stallo su giudici Consulta, ira di Fi

Berlusconi: "Renzi mette i suoi uomini ovunque, è molto grave"
20151217_083653_4E4BB72E

Roma, 17 dic. (askanews) – Fumata bianca per la Consulta dopo settimane di votazioni andate a vuoto. Il Parlamento ha eletto in seduta congiunta i tre giudici mancanti per completare la rosa della Corte Costituzionale. Si tratta dei giuristi Augusto Barbera, Franco Modugno e Giulio Prosperetti. L’asse tra il Pd e il Movimento cinque stelle ha permesso di chiudere l’accordo che ha sbloccato lo stallo delle Camere. Accordo che si configura quando il premier Matteo Renzi tra l’ira degli azzurri dà il via libera all’asse che coinvolge M5S e centristi ma esclude Forza Italia.

Dei tre giudici il più votato è Franco Modugno con 609 voti, seguito da Giulio Prosperetti con 585 e Augusto Barbera con 581. Forza Italia attacca con Silvio Berlusconi: “Questo premier estende i suoi interventi ovunque e pone i suoi uomini dovunque mentre noi lasciavamo sempre una percentuale di nomine alle opposizioni”. E ancora: “E’ molto grave che la Consulta non abbia al suo interno nemmeno un giudice che sia del centrodestra che oggi tra gli elettori è la componente più importante”.

Soddisfazione per i presidenti di Senato e Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini che comunque avvertono: “E’ assolutamente indispensabile evitare che in futuro si creino situazioni di stallo così prolungate” perchè “la libera espressione delle posizioni politiche non deve mai arrivare a mettere a rischio il funzionamento delle istituzioni. Di questo occorre che tutti siano perfettamente coscienti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su