Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Tatarella(Fi): a Milano bocciatura politica maggioranza arrogante

colonna Sinistra
Giovedì 10 dicembre 2015 - 13:16

Tatarella(Fi): a Milano bocciatura politica maggioranza arrogante

Involata grazie a crollo prezzi carburanti
20151210_131556_83BCBB67

Milano, 10 dic. (askanews) – Per il capogruppo di Forza Italia nel Consiglio comunale di Milano, Pietro Tatarella, lo scivolone di ieri della maggioranza sulla delibera per la riqualificazione degli scali ferroviari della città è una “bocciatura politica su un Accordo di programma arrogante”. Lo ha detto durante la presentazione della mobilitazione del partito in programma il 12 dicembre. “Stanno litigando su tutto, non so come possano pensare di ricompattarsi per governare la città” ha continuato. “Noi siamo a favore dei programmi di rigenerazione urbana, come quelli fatti dalle giunte di centrodestra. Qui invece si trattata solo di un progetto immobiliare, senza restituzione alla città. L’unica valorizzazione era quella di Fs” ha aggiunto.

La delibera era basata su un Accordo di programma che era stato avviato della giunta Moratti, ma Tatarella ha osservato che, con l’amministrazione Pisapia, quel testo “è molto cambiato. Per esempio è sparita la realizzazione della ‘circle line’, collegamento con le attuali linee della metropolitana, che noi avevamo previsto”.

Il ogni caso per l’esponente di Forza Italia è escluso che il provvedimento possa ritornare in Aula prima della fine della legislatura. “Credo che sarà il primo dossier nelle mani del prossimo sindaco”. Nel frattempo i forzisti preparano il programma elettorale, una “proposta alla città nella quale metteremo tutta i programmi di rigenerazione degli spazi urbani sul modello di quello che è stato fatto a Valencia”. Tra le possibili valorizzazioni Tatarella ha citato l’area comunale di via Melchiorre Gioia, che potrebbe rendere a Palazzo Marino 50-60 milioni di euro.

Lo stesso Tatarella ha detto infine che parteciperà alla cena di raccolta fondi dell’associazione Riaprire i Navigli di Roberto Biscardini, consigliere comunale dei Socialisti italiani e uno dei cinque esponenenti del centrosinistra (Anita Sonego e Basilio Rizzo del Gruppo Sinistra per Pisapia, Marco Cappato dei Radicali, Raffaele Grassi dell’Italia dei Valori) che ieri hanno votato contro la delibera della maggioranza.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su