Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Terrorismo,Renzi: nostri militari in campo solo se c’è strategia

colonna Sinistra
Venerdì 27 novembre 2015 - 19:11

Terrorismo,Renzi: nostri militari in campo solo se c’è strategia

"Confermiamo nostri impegni, ma evitare una nuova Libia"
20151127_191057_CB03D8EF

Roma, 27 nov. (askanews) – “Prima di decidere interventi militari, occorre avere una chiara strategia sul dopo. Ecco perchè noi manteniamo i nostri impegni cercando di rafforzare il coordinamento di tutti gli alleati della coalizione internazionale”. Lo ha ribadito il premier Matteo Renzi, nella sua e-news settimanale.

“Dal Libano all’Afghanistan, dall’Iraq alla Somalia, fino ai Balcani – ha ricordato il presidente del Consiglio – l’Italia è uno dei paesi con il maggior numero di soldati all’estero. Ma questa nostra presenza non può essere scollegata da una strategia. Abbiamo già visto ciò che è accaduto in Libia, quando si è bombardato senza pensare al dopo”.

Da qui la necessità di una iniziativa diplomatica: “Non ci giriamo intorno. E oggi tutti noi ci siamo sentiti francesi, stretti attorno al popolo di Parigi. La lotta al terrorismo, il controllo dell’immigrazione, il sostegno allo sviluppo funzionano molto meglio, è una banalità dirlo, se il processo di dialogo instaurato a Vienna per la Siria (e che l’Italia vuole replicare per la Libia) produrrà come è possibile risultati concreti”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su