Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Rai, Anzaldi su squilibri al Tg3: Marino supera Mattarella

colonna Sinistra
Giovedì 12 novembre 2015 - 16:18

Rai, Anzaldi su squilibri al Tg3: Marino supera Mattarella

"Sovradimensionato il sindaco in polemica con il Pd"
20151112_161759_E1EB6FAF

Roma, 12 nov. (askanews) – “Ad un primo rapido sguardo dei dati di ottobre dell’Osservatorio di Pavia, trasmessi poco fa alla Vigilanza, balza subito agli occhi un dato stupefacente: al Tg3 Ignazio Marino, che ha vissuto i suoi ultimi giorni in Campidoglio in forte polemica con il Pd, ha avuto in voce addirittura più spazio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Un dato che non ha eguali negli altri tg Rai”. Il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, alla luce degli ultimi dati dell’Osservatorio di Pavia, torna sugli squilibri che potrebbero spingerlo a presentare un ricorso all’Agcom sul Tg3 come già annunciato nei giorni scorsi.

“I numeri di ottobre sono realmente sorprendenti – spiega Anzaldi – perché confermano che chi all’interno del Pd si pone contro la segreteria e contro Matteo Renzi trova sempre spazi sproporzionati nei notiziari di Raitre. Il paragone per capire il sovradimensionamento di Marino al Tg3 nelle scorse settimane può essere fatto prendendo a paragone un soggetto terzo come il Quirinale, massimo garante del nostro sistema democratico. Considerando i tempi di parola (tgd), al Tg1 sono stati riservati 18 minuti a Mattarella e 12 minuti a Marino; al Tg2 per Mattarella 14 minuti e per Marino 5 minuti; al Tg3, invece, la situazione si ribalta, con 14 minuti a Marino e 10 al Capo dello Stato. Al Tg3, peraltro, Marino risulta il politico più notiziato in assoluto, diversamente dagli altri tg: 126 minuti di spazio totale, tra tempo presenza e tempo attenzione”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su