Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pioggia di ricorsi contro Italicum. Renzi lo difende: dà stabilità

colonna Sinistra
Lunedì 26 ottobre 2015 - 19:29

Pioggia di ricorsi contro Italicum. Renzi lo difende: dà stabilità

Iniziativa di comitato di giuristi. Nel mirino premio maggioranza
20151026_192904_77C8243C

Roma, 26 ott. (askanews) – Una raffica di ricorsi da presentarein varie Corti d’Appello d’Italia e due referendum abrogativisottoposti alla Cassazione. L’Italicum torna nel mirino, maquesta volta la mobilitazione non parte dai palazzi dellapolitica. A varare l’iniziativa che partirà ufficialmente con laraccolta di adesioni il prossimo 29 ottobre, è il coordinamentoDemocrazia costituzionale, a cui aderiscono, come si legge sulsito dello stesso coordinamento, giuristi, comitati cittadini eassociazioni.

I nodi della nuova legge elettorale, in fondo, sono gli stessiinvisi alle forze di opposizione: il premio di maggioranza “checonsente a un partito di trasformare una minoranza in unamaggioranza schiacciante” e il ballottaggio.

Dal Perù, però, il premier Matteo Renzi difende la leggeelettorale che è stata varata dal Parlamento a maggio diquest’anno. “Il mio governo – dice – è il 63esimo in 70 anni distoria repubblicana. Ora abbiamo fatto una riforma della leggeelettorale e stiamo concludendo una riforma della Costituzioneproprio per dare più certezze e stabilità”.

Ma le opposizioni colgono la palla al balzo. I grillinirivendicano la “paternità dei ricorsi” e, con il deputato DaniloToninelli, sottolineano: è “un’iniziativa che il M5S ha sposatosin dall’inizio, e lo ha fatto in silenzio, senza bandiere dipartito”. Mara Carfagna di Forza Italia, invece, accusa ilpremier di “raccontare favolette” perché l’Italicum “nonrappresenta gli italiani”.

Nel dibattito interviene la presidente della Camera, LauraBoldrini. “Ricorsi ce ne sono sempre. Vedremo quello che sarà”,dice. E poi aggiunge: “La legge elettorale è stata una tappaimportante di questa legislatura che sta facendo molte riforme.Io non entro nel merito di queste riforme, non sta a me valutarne la qualità. Dico solo che tutti i partiti si erano impegnati a fare riforme e dunque mi sembra giusto che si stia continuando in questa direzione e con questo impegno”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su