Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Roma, Pd pronto a sfiducia o dimissioni se Marino non lascia

colonna Sinistra
Martedì 20 ottobre 2015 - 19:35

Roma, Pd pronto a sfiducia o dimissioni se Marino non lascia

Orfini ha incontrato i consiglieri comunali del partito dopo la conferenza stampa del Sindaco dimissionario
20151020_193512_0DC00B9B

Roma, 20 ott. (askanews) – L’ipotesi di un ripensamento di Ignazio Marino non cambia i piani del Pd, Matteo Renzi e il partito hanno ormai deciso che l’esperienza dell’ex chirurgo in Campidoglio è finita e se il sindaco dimissionario dovesse ritirare le dimissioni si potrebbe arriavare ad una sfiducia o, come preferiscono diversi renziani, alle dimissioni in blocco dei consiglieri democratici dell’aula Giulio Cesare.

Le dichiarazioni di Marino in conferenza stampa non sono ovviamente piaciute dalle parti di largo del Nazareno, ma non hanno sorpreso più di tanto. “Vuole usare gli ultimi giorni in carica – spiega un renziano – per lanciare la sua lista da indipendente, perché è chiaro che cercherà di farla. Domenica ci sarà pure un’altra manifestazione dei suoi sostenitori…”.

Questo, però, non cambia in alcun modo la strategia, viene spiegato. “Orfini – racconta la fonte renziana – ha incontrato i consiglieri comunali nel pomeriggio. Se Marino resistesse si potrebbe andare alla sfiducia, ma sarebbe un favore a lui. Meglio sarebbero le dimissioni in massa dei consiglieri comunali”.

Ancora tutto alto in mare, invece, sul fronte candidature. “Le primarie dovremo farle per forza”, continua la fonte Pd. “Sono l’unico modo per evitare che ci siano mille liste concorrenti: coinvolgere tutti in primarie di coalizione”. A meno che, è la postilla, non si scelga un candidato ‘tecnico’ forte, uno tipo il prefetto Franco Gabrielli che però “non ne vuole sapere”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su