Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme, opposizioni all’attacco di Grasso su regolamento Senato

colonna Sinistra
Giovedì 1 ottobre 2015 - 13:43

Riforme, opposizioni all’attacco di Grasso su regolamento Senato

M5S, Sel, Fi, fittiani e Lega criticano il presidente
20151001_134251_BA54DA2A

Roma, 1 ott. (askanews) – Movimento 5 Stelle e Sel, assieme a Forza Italia e ai fittiani dei Conservatori e riformisti, attaccano ancora il presidente Pietro Grasso sulla mancata applicazione del regolamento del Senato nell’esame del ddl sulle riforme. Dopo le osservazioni di Vito Crimi (M5S), che ha proposto un subemendamento alla norma ‘canguro’ firmata da Cociancich dopo la sua approvazione, anche il senatore azzurro Giacomo Caliendo ha stigmatizzato il comportamento di Grasso contestandogli di non avere risposto alla sua richiesta, formulata in aula prima del voto, di mettere ai voti una sua proposta di modifica, in base all’art.92 del regolamento. “Ma lei non ha fatto nulla” ha accusato Grasso.

E’ stata quindi la volta della capogruppo dei senatori Conservatori e riformisti, Cinzia Bonfrisco, che ha ricordato a Grasso le sue richieste di voto sui suoi emendamenti: 10 presentati ieri sull’art.1 e altri presentati oggi all’art.2, in base all’art.100 del regolamento. “Non c’è scampo nell’interpretazione del comma 5 dell’art.100 – ha detto Bonfrisco – la nostra unica grave colpa è di non aver modificato per tempo il regolamento. Gli uffici mi hanno detto oggi che le mie richieste non sono state accolte perchè la prassi cui fa riferimento l’art.100 del regolamento è desueta”.

Tranchant il senatore della Lega Nord Raffaele Volpi ha chiesto la parola per affermare rivolgendosi a Grasso: “Lei è inadeguato a presiedere quest’aula”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su