Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lega occupa banchi governo pro esodati, seduta Camera sospesa

colonna Sinistra
Martedì 15 settembre 2015 - 15:52

Lega occupa banchi governo pro esodati, seduta Camera sospesa

Deputati Carroccio con i cartelli "Renzi ladro di pensioni"
20150915_155206_04151AC2

Roma, 15 set. (askanews) – Protesta della Lega in aula alla Camera per chiedere al governo chiarimenti sul fondo esodati: dopo l’occupazione del ministero dell’Economia guidata dal leader Matteo Salvini questa mattina, i deputati del Carroccio, in apertura di seduta, hanno occupato i banchi del governo mostrando cartelli con la scritta “Renzi ladro di pensioni”. Il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, ha richiamato all’ordine Barbara Saltamartini, Cristian Invernizzi, Roberto Simonetti e Stefano Allasia, quindi ha sospeso la seduta invitando i deputati Questori a sgomberare i banchi dell’esecutivo.

“E’ inaccettabile – ha detto il capogruppo della Lega, Massimiliano Fedriga, prendendo la parola in aula – che il governo con un blitz, senza avere nemmeno il coraggio di apportare una modifica legislativa, annulli il fondo esodati lasciando i cittadini nella disperazione. Abbiamo chiesto un colloquio con Padoan per avere chiarimenti e rassicurazioni ma non è avvenuto. Non è accettabile che Padoan non si degni nemmeno di dare una risposta certa a quanti stanno aspettando e stanno subendo le scelte nefaste di questo governo. Noi non ci stiamo e metteremo in atto tutti gli strumenti pacifici a disposizione perché il governo ci dia risposte. E’ una battaglia di civiltà”.

A favore degli esodati hanno quindi preso la parola tutti quelli che stamattina erano a protestare al ministero dell’Economia: “Anche noi questa mattina – ha detto il presidente dei deputati Sel, Arturo Scotto – insieme ai comitati, alle associazioni, ai sindacati a protestare al ministero perché pensiamo che lo scippo che è stato operato nei confronti di migliaia di cittadini sia un atto di ingenerosità molto forte che rischia di mandare in frantumi il patto tra i cittadini. Occorrono risposte chiare: faremo una mobilitazione dentro e fuori alla Camera. Occorre una risposta immediata, non è immaginabile l’ennesimo rinvio”. Hanno chiesto risposte al governo anche Walter Rizzetto di Alternativa Libera e Giorgio Sorial (M5s).

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su