Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Bersani: su Senato puntiglio da Renzi, per ora non vedo mediazioni

colonna Sinistra
Martedì 8 settembre 2015 - 09:03

Bersani: su Senato puntiglio da Renzi, per ora non vedo mediazioni

"Il premier chieda che la modifica dell'articolo 2 sia blindata"
20150908_090312_F04AED53

Roma, 8 set. (askanews) – Pierluigi Bersani non ha cambiato idea ed è tornato a negare l’esistenza di una mediazione sulle riforme costituzionali. A Matteo Renzi che lo ha attaccato dal palco della Festa dell’Unità, l’ex segretario del Pd, intervistato da Radio anch’io su Radiouno Rai ha replicato: “Sono per il sì, non per il no. Qui non in è gioco il superamento del bicameralismo o del doppio voto di fiducia, tutti vogliono una riforma. Qui è in gioco se dopo la legge elettorale che Renzi ha voluto noi possiamo avere in Italia un parlamento nel quale la grandissima parte dei membri viene nominata o scelta a tavolino: questa è la questione in discussione e non c’è Bersani ma il libero convincimento di un certo numero di senatori”.

“A me – ha sottolineato Bersani – non risultano tentativi di mediazione, ho letto sui giornali delle ipotesi che mi sembrano prive di sostanza: non si può scrivere in Costituzione una cosa e poi in un altro articolo un’altra cosa. Il mio sì è sì a un ruolo degli elettori: è una questione anche tecnica, come si fa a scegliere diversamente se l’articolo 2 proclama in modo evidente e chiaro che non c’è una elezione se non indiretta da parte dei consigli regionali?”. Per l’esponente della minoranza del Pd “anziché proclamare l’intoccabilità dell’articolo 2 per non si sa per quale puntiglio, Renzi avrebbe ragione di chiedere che la revisione dell’articolo 2 fosse blindata, per non aprire il vaso di Pandora delle modifiche”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su