Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Funerali Casamonica, blog Grillo: denunceremo Alfano e Marino

colonna Sinistra
Domenica 23 agosto 2015 - 12:25

Funerali Casamonica, blog Grillo: denunceremo Alfano e Marino

"Risarcimento per danni immagine, decoro e reputazione Capitale"
20150823_122507_95A7C6DF

Roma, 23 ago. (askanews) – “Dopo il funerale di Vittorio Casamonica, il Movimento 5 Stelle denuncerà il ministro Angelino Alfano e il sindaco di Roma Ignazio Marino per chiedere loro il risarcimento per i danni di immagine, decoro e reputazione subiti a livello nazionale e internazionale”. E “i milioni di euro di risarcimento che dovessero arrivare, li useremo per rifare le strade di Roma più danneggiate e tappare le buche che il sindaco non è stato in grado di rimettere a posto”. E’ quanto si legge sul blog di Beppe Grillo, in un post firmato da M5s Parlamento.

“Con il funerale show di Vittorio Casamonica l’immagine di Roma e dell’Italia sono irrimediabilmente compromesse, sfregiate e umiliate dall’ennesima manifestazione palese e arrogante della presenza della Mafia nella Capitale. Una presenza, quella della Mafia a Roma, di cui tutti sapevano, specie dopo tutto il marciume portato a galla dall’inchiesta Mafia Capitale. Tutti sapevano, tranne evidentemente il sindaco Marino e il ministro Alfano, che avrebbero dovuto – proprio alla luce di tutto ciò che è emerso negli ultimi mesi – vigilare, tenere alta la guardia e l’attenzione. Eppure nulla di tutto ciò è successo e la loro superficialità, incompetenza e inerzia hanno permesso che Roma fosse nuovamente calpestata, che diventasse terra di nessuno e zimbello dei quotidiani stranieri che ci guardano increduli e schifati”, si legge sul blog del leader del Movimento 5 Stelle.

“Ignazio Marino, sindaco di una Capitale che non ha mai governato, non sa, non sente, non parla, ignora ciò che accade nella sua città. L’unica cosa che sa fare è indignarsi sempre a scoppio ritardato, quando ormai tutto è successo in barba a Questura, Prefettura, istituzioni inermi e assenti. Eppure tutti sapevano: c’erano le auto dei vigili urbani a seguire il corteo funebre, le forze dell’ordine avevano notificato il permesso per partecipare al funerale ai parenti di Casamonica agli arresti domiciliari”, proseguono i parlamentari M5s.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su