Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Riforme, Toti (Fi): dialogo su giustizia ma nessuno scambio

colonna Sinistra
Venerdì 14 agosto 2015 - 10:23

Riforme, Toti (Fi): dialogo su giustizia ma nessuno scambio

"Non si fanno pescando nel bidone del peggior trasformismo"
20150814_102351_C501518A

Roma, 14 ago. (askanews) – “Se Matteo Renzi è disposto a discutere con noi in modo serio di una riforma della giustizia, noi ci siamo. E ci saremmo anche se le sue risposte sulla riforma del Senato non fossero quelle che noi vogliamo” però “nessuno deve permettersi di parlare di ‘scambio'”. Lo afferma Giovanni Toti, governatore della Liguria e consigliere politico di Silvio Berlusconi, intervistato dal “Corriere della Sera”.

Sulla giustizia Toti indica le priorità di Forza Italia: “Separazione delle carriere dei giudici, con l’istituzione di un doppio consiglio superiore, uno per chi giudica l’altro per chi indaga. Poi, limitazione all’uso della carcerazione preventiva. E ancora, fermare i continui abusi sulle intercettazioni. Ribadisco, se Renzi vuole mettere mano a una riforma seria della giustizia, Forza Italia è già pronta. Abbiamo detto mille volte che, se si fanno le cose seriamente e non si stravolgono le riforme nel chiuso di una stanza, noi siamo un’opposizione responsabile”.

Il governo, dice Toti, “lo vedo molto traballante in Senato. E credo che anche Renzi stia iniziando a fare i conti con questa realtà. Detto questo, non è soltanto una questione di numeri. Riforme come quelle della costituzione, come la legge elettorale, e anche come quella della giustizia, non le puoi fare raccattando consensi nel bidone del peggior trasformismo della Prima Repubblica”. Un riferimento diretto ai “verdiniani”: “Mi riferisco al fatto – spiega Toti – che Renzi non può ergersi a uomo nuovo e poi fare come nelle peggiori democrazie. Che ha fatto finora il premier in Senato? Ha litigato con la sinistra del suo partito e ha provato a blindarsi con numeri che gli arrivano dai peggiori trasformisti all’italiana. Questa è la realtà”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su