Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pd si ricompatta sulla partita per la Rai, domani nuovo vertice

colonna Sinistra
Lunedì 3 agosto 2015 - 20:47

Pd si ricompatta sulla partita per la Rai, domani nuovo vertice

Si ragiona su nomi di alto profilo per il cda di viale Mazzini
20150803_204707_47609DAE

Roma, 3 ago. (askanews) – E’ tregua nel Pd almeno per quanto riguarda la partita dell’elezione del cda Rai. A questo è servita la riunione di oggi pomeriggio al Senato con i membri della commissione di Vigilanza Rai, il ministro Maria Elena Boschi, i capigruppo di Camera e Senato, Ettore Rosato e Luigi Zanda, e il vicesegretario Lorenzo Guerini. Dopo giorni di polemiche e scontri a mezzo stampa sulle riforme, maggioranza e minoranza Pd avrebbero deciso di restare uniti nelle votazioni di domani.

I 16 voti del Pd sono infatti fondamentali per comporre il puzzle del vertice di viale Mazzini, i sette membri di nomina parlamentare vengono eletti a scrutinio segreto e ognuno di loro ha bisogno di almeno 6 voti. Perciò i tre membri della minoranza, Miguel Gotor, Federico Fornaro e Claudio Martini, sono fondamentali per raggiungere l’obiettivo. Nel corso dell’incontro, riferiscono alcuni partecipanti, durato poco più di un’ora ma proseguito con la sola componente della Camera per un’altra mezz’ora, non sarebbero stati fatti i nomi dei papabili consiglieri Rai ma solo i profili: “dovranno essere alti e inattaccabili”, viene spiegato, in modo da poter poi proporre un presidente di altissimo profilo.

“Siamo uniti e compatti anche per valutare i nomi”, ha assicurato Vinicio Peluffo, capogruppo Pd in Vigilanza. “Ci rivedremo domani in tarda mattinata per fare la sintesi”, ha spiegato, ribadendo che al Pd e alla maggioranza nel suo complesso spetta indicare 4 nomi di cui tre del Pd e il quarto delle altre forze che sostengono il governo, ossia Area popolare e Scelta civica. Ma per un gioco di sponda con gli altri gruppi minori il Pd potrebbe puntare anche ad averne 5. Non sono stati fatti nomi anche per non bruciarli in vista della riunione della Vigilanza convocata alle 14, ma a tutti i parlamentari è stato chiesto un contributo all’indicazione dei profili dei consiglieri.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su