Header Top
Logo
Mercoledì 28 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Salvini va da Mattarella: così voglio governare Italia ed Europa

colonna Sinistra
Mercoledì 15 luglio 2015 - 16:32

Salvini va da Mattarella: così voglio governare Italia ed Europa

Proposte su lavoro, immigrati, Ue, euro, Sud. Con "guerra a Renzi"
20150715_163214_EC7FBFAB

Roma, 15 lug. (askanews) – “Oggi ho meso piede per la prima volta nella mia vita al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica. E ne è valsa la pena, almeno dal mio punto di vista. E’ stato un incontro utile, positivo, soprattutto concreto. Sono contento di aver presentato al presidente della Repubblica la nostra proposta di vita e di governo per l’Italia e l’Europa. Ora se Renzi avrà voglia tempo e umiltà per ascoltarci, bene: noi ci siamo, perché ci ionteressa un modo milgiore per i nostri figli. Altrimenti sarà guerra”. Al termine del lungo e approfondito primo incontro al Colle con Sergio Mattarella, Matteo Salvini ha affidato ad un videomessaggio su Facebook la sua soddisfazione per aver consegnato direttamente a chi detiene il potere di nominare il governo il suo progetto di alternativa al premier Pd Matteo Renzi.

“Ho presentato a Mattarella, che mi ha ascoltato con interesse – ha elencato Salvini, camicia bianca con maniche arrotolate e con alle spalle la bandiera del Carroccio e quelle regionali davanti alla telecamera, senza più giacca chiara e cravatta rossa indossate al Colle – le proposte della Lega per superare la legge Fornero, continuando a invitare Renzi a presentare in Parlamento una sua proposta per cancellare subito questo infame provvedimento: domani mattina”. Così come “gli ho offerto idee e proposte della Lega per un Europa diversa e il superamento dell’Euro, chiedendogli di darci una mano e di darla all’Europa per riavvicinarci alla Russia, che deve assere alleato amico interlocutore e non un nemico con cui giocare alla guerra”. E anche “abbiamo parlato delle troppe aziende in crisi e dei troppi tavoli di crisi ancora aperti a Roma”.

Certo, ha riferito ancora Salvini, “gli ho portato la voce, il saluto e il messaggio della popolazione veneta colpita da una nuova sciagura ignorata da quasi tutta l’infomazione”. E “gli ho consegnato la domanda di grazia per l’imprenditore bergamasco Antonio Monella, in carcere da dieci mesi per aver ucciso un rapinatore entrato per l’ennesima volta nella sua proprietà”. Ma “soprattutto – ha concluso il leader leghista il resoconto della sua prima e probabilmente non ultima volta da Mattarella – abbiamo parlato del futuro: del lavoro, dell’immigrazione da fermare, del Sud da far ripartire con amministrazioni più concrete, oneste e trasparenti, pensando ai viadotti che crollano in Sicilia e alle terre abbandonate in Calabria”. Il tutto nella cornice di “una proposta che sono contento aver presentato al presidente”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su