Header Top
Logo
Lunedì 20 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi: un alibi dare colpa alla Merkel per la Grecia

colonna Sinistra
Martedì 30 giugno 2015 - 09:02

Renzi: un alibi dare colpa alla Merkel per la Grecia

"Se vincono i no al referendum, Atene verso uscita da euro"
20150630_090157_E91ACFD2

Roma, 30 giu. (askanews) – E’ solo “un alibi” dare la colpa alla Germania per la rottura dei negoziati con la Grecia, secondo Matteo Renzi. In una intervista al Sole24ore, il presidente del consiglio ha ricordare di avere “una visione diversa” rispetto ad Angela Merkel “sugli ultimi dieci anni di storia europea”, ma ha poi aggiunto: “Ma dare la colpa alla Germania di ciò che sta avvenendo in Grecia è un comodo alibi che non corrisponde alla realtà. Dare sempre la colpa ai tedeschi non può essere una politica. Può tirare su il morale, ma non tira su l’economia”.

“La Merkel – ha aggiunto – ha provato davvero a trovare una soluzione. Credo che la mossa del referendum l’abbia spiazzata. Lei era in prima fila in Germania per fare un accordo anche controlla sua opinione pubblica. Ma adesso il rischio è che il referendum si trasformi in Merkel contro Tsipras. Sarebbe un errore ed è quello che vuole Alexis. Ecco perché credo che abbia sbagliato il mio amico Juncker a lanciare la campagna elettorale del ‘sì’. Questo non è un referendum tra leader europei. Questo è un ballottaggio: euro o dracma. I greci non devono dire se amano più il loro premier o il presidente della commissione europea. Ma se vogliono restare nella moneta unica o no”.

Con una vittoria del ‘no’, ha aggiunto, “a mio giudizio la Grecia va verso l’abbandono dell’euro. E sarebbe un dramma innanzitutto per i greci. Ma a questo punto devono decidere loro. Democrazia è una parola inventata ad Atene: Bruxelles la deve rispettare. Dal canto loro i greci devono avere chiare le conseguenze della loro scelta”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su