Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Iniziato in Aula a Senato esame ddl scuola, protesta opposizione

colonna Sinistra
Mercoledì 24 giugno 2015 - 17:13

Iniziato in Aula a Senato esame ddl scuola, protesta opposizione

Romani: Marcucci non doveva fare relazione. Grasso: difendo tutti
20150624_171306_4A85768D

Roma, 24 giu. (askanews) – E’ iniziata nell’aula del Senato l’esame del disegno di legge di riforma del sistema nazionale di istruzione.

La seduta è stata aperta dall’intervento del presidente della commissione Istruzione, Andrea Marcucci, che ha riferito del lavoro svolto in commissione. Il calendario prevede che oggi venga svolta la discussione generale. Il governo ha infatti già autorizzato, nel consiglio dei ministri di ieri, la questione di fiducia a porre su un maxiemendamento e che presumibilmente verrà votata domani.

Protesta dai banchi dell’opposizione Paolo Romani, capogruppo di Fi, nei confronti di Marcucci che a suo avviso non avrebbe dovuto svolgere il suo intervento dal momento che la commissione non ha concluso il suo lavoro. “Chiedete rispetto per le scelte della maggioranza ma questa mancanza di rispetto del regolamento è gravissima”, ha detto Romani che poi rivolgendosi al Presidente, Pietro Grasso ha aggiunto: “presidente lei deve fare in modo che venga rispettato, doveva interrompere prima Marcucci”.

Il Movimento 5 stelle ha criticato l’operato del presidente del Senato per aver aiutato la maggioranza: “Faccio appello a Grasso – ha detto Michela Montevecchi -: non pago di aver preso in giro le opposizioni Marcucci viene in Aula a fare propaganda politica fasulla sul maxiemendamento, ci risparmi questa presa in giro”.

La replica di Grasso è stata secca: “io continuo a difendere la possibilità di tutti di intervenire in Senato, difendo la possiiblità di discutere a qualsiasi costo”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su