Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi rilancia su riforme:ok Camere a nuovo Senato entro agosto

colonna Sinistra
Venerdì 19 giugno 2015 - 12:42

Renzi rilancia su riforme:ok Camere a nuovo Senato entro agosto

Il premier al Pd: Parlamento deve votare ora, referendum nel 2016
20150619_124205_1A259705

Roma, 19 giu. (askanews) – Stretta finale sulla scuola e stretta finale sulle riforme da parte del premier Matteo Renzi, determinato a chiedere al Parlamento l’approvazione definitiva della riforma della Costituzione su Senato e Titolo V entro la pausa estiva, indicata come termine ultimo per consentire la primavera prossima il referendum finale confermativo. Nel corso della riunione a palazzo Chigi con ministri, capigruppo e parlamentari Pd, apprende Askanews, è stato infatti con concordato fra governo e gruppi Pd che sia il Senato e la Camera dovranno mettere la seconda lettura della Costituzione all’ordine del giorno dei lavori parlamentari entro la fine del mese di luglio.

La prima lettura della Costituzione si concluse a Gennaio, a ridosso della elezione al Quirinale di Sergio Mattarella che portò alla fine del patto del Nazareno Renzi-Berlusconi sulle riforme. I tre mesi di stop fra la prima e la seconda lettura previsti dalla Costituzione sono dunque scaduti a inizio maggio. Da allora la riforma costituzionale è ferma, seppure all’ordine del giorno, della commissione Affari Costituzionali presieduta da Anna Finocchiaro a cui ora la ministro Boschi e il gruppo Pd chiederà la ricaledarizzazione. Così come sarà chiesto alla Camera il secondo e definitivo voto entro agosto.

Il referendum confermativo delle riforme approvate dal Parlamento è previsto dalla Costituzione come possibilità in caso di mancato raggiungimento della maggioranza di due terzi, su iniziativa di cinquecentomila elettori o di cinque consigli regionali. Renzi si è impegnato a promuovere comunque il referendum, a prescindere dai numeri parlamentari. E lo vuole la prossima primavera, quando si voterà anche per alcune grandi città: le sicure al momento sono Milano e Napoli.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su