Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • L’annuncio di Renzi: piano B su immigrazione se Ue non ci ascolta

colonna Sinistra
Domenica 14 giugno 2015 - 18:01

L’annuncio di Renzi: piano B su immigrazione se Ue non ci ascolta

Maroni: Renzi chieda l'intervento dei Caschi blui in Libia
20150614_180107_13013F41

Roma, 14 giu. (askanews) – Un “piano B” dell’Italia sull’immigrazione, se l’Europa non dimostrerà la dovuta solidarietà. E’ l’annuncio fatto oggi dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dalle pagine del Corriere della Sera e che ha suscitato una serie di reazioni, data anche l’assenza di un’illustrazione dell’alternativa da parte del premier. “Le risposte che l’Europa sta dando sono insufficienti”, ha detto il premier in vista del vertice europeo del 25 e 26 giugno, durante il quale “la nostra voce si farà sentire forte perché è la voce di un Paese fondatore”.

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, in mattinata, ha confermato le parole di Renzi, ha fatto sapere di non potere rivelare in cosa consista il piano B annunciato da Renzi, ma che l’Europa, se non risponderà alle richieste, si troverà davanti “un’Italia diversa”. Quindi Alfano ha invocato “un meccanismo automatico per distribuire gli immigrati in Europa quando arrivano qui” e avvisato che “quello che accade a Ventimiglia è l’antipasto di quello che accadrebbe se si chiudesse Schengen”.

A volere dettare la linea è stato poi nel primo pomeriggio il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, il quale, dopo le posizioni assunte nei giorni scorsi inn materia di immigrazione, in un’intervista, non ha esitato a dire che la strategia del premier sarà “inefficace” se non si fermeranno le partenze dalle coste africane: “Renzi prenda l’Aereo e vada all’Onu” per chiedere “la convocazione immediata del consiglio di sicurezza” e convincere Ban Ki-moon a fare intervenire i Caschi blu per l’allestimento di campi profughi in Libia. Maroni avrà però modo di spiegare meglio in uno dei prossimi giorni il suo punto di vista a Renzi, il quale, in una telefonata a lui e Luca Zaia, ha chiesto un incontro ai due governatori.

Dalle opposizioni le numerose richieste di venire a conoscenza del piano annunciato da Renzi e l’accusa al governo di essere inefficace nell’affrontare l’emergenza immigrazione, in Italia e in Europa. Da Fdi Giorgia Meloni ha definito il “piano B” “fantomatico”, da Forza Italia il neo-presidente della Liguria, Giovanni Toti, ha sostenuto che la “B” sta per “bivacco”, mentre Maurizio Gasparri ha dichiarato che è necessario l’esercito per “ripulire le città” e il collega Renato Brunetta che la “vera emergenza” nel nostro Paese è lo stesso presidente del consiglio.

Un plauso alla “fermezza di Renzi” è arrivato invece dalla senatrice Manuela Repetti, da poco fuoriuscita da Forza Italia, mentre non mancano le critiche dalla maggioranza, con il deputato Librandi, di Scelta civica, per il quale Renzi “si è un po’ addormentato”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su