Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Quello che c’è da sapere sulle elezioni di oggi

colonna Sinistra
Domenica 31 maggio 2015 - 12:07

Quello che c’è da sapere sulle elezioni di oggi

Seggi aperti fino alle 23, questa notte i nomi dei nuovi governatori
20150531_120745_B087DE4D

Roma, 31 mag. (askanews) – Le urne sono aperte da stamani e fino alle 23 in 7 Regioni e 742 comuni. Sono circa 22 milioni gli italiani (21.859 di cui 258 mila diciottenni che voteranno per la prima volta) chiamati oggi alle urne per una tornata di elezioni amministrative – regionali e comunali – il cui esito per le forze politiche è tutto da vedere. Gioca, infatti, un ruolo fondamentale l’astensionismo che ha sfiorato quota 42% alle ultime elezioni Europee e in varie tornate amministrative degli ultimi anni ha addirittura superato la soglia della maggioranza assoluta. Elezioni che comunque, al di là della dichiarata intenzione del premier Matteo Renzi di non trasformarle in un test nazionale, misureranno la salute del governo.
Gli scrutini per le Regionali, nuovi Governatori e Consigli regionali inizieranno subito dopo la chiusura dei seggi. Poco dopoo le 23 sono attese le prime proiezione, mentre i risultati definitivi arriveranno in notturna. Gli scrutini per Sindaci e Comnunali, invece, inizieranno alle 14 di domani. Si sapranno dunque solo domani in serata i nomi dei nuovi Sindaci eletti a turno unico (nei Comuni più piccoli), quelli dei Comuni maggiori eletti al primo turno e in quali Comuni invece si tornerà al ballotaggio fra 15 giorni.
Sono sette le regioni al voto per la scelta dei nuovi governatori e per il rinnovo dei consigli: Campania, Puglia, Toscana, Liguria, Veneto, Marche ed Umbria. 742 i comuni di cui 512 di regioni a statuto ordinario (tra questi 12 sono capoluogo di provincia come Venezia). Si voterà anche in 10 comuni del Friuli Venezia Giulia, in 167 comuni della Sardegna e in 53 comuni in Sicilia. 26.398 le sezioni elettorali. Nelle regioni a statuto ordinario si voterà in un solo giorno, domani 31 maggio, dalle 7 alle 23. In Sicilia si voterà domani dalle 8 alle 22 ma anche lunedì 1 giugno dalle 7 alle 15.
In caso di ballottaggio per l’elezione dei sindaci si voterà domenica 14 giugno dalle 7 alle 23, in Sicilia il 14 giugno dalle 8 alle 22 e lunedì 15 giugno dalle 7 alle 15.Cinque le regioni attualmente governate dal centrosinistra (Liguria, Toscana, Marche, Umbria e Puglia), due dal centrodestra (Veneto e Campania). Cinque su sette i governatori uscenti che si ricandidano: due sono centrosinistra (Enrico Rossi in Toscana e Catiuscia Marini in Umbria), Gian Mario Spacca nelle Marche che è un caso singolare perché governatore uscente del Pd si presenta stavolta con il centrodestra, Luca Zaia in Veneto e Stefano Caldoro in Campania entrambi del centrodestra.
Int

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su