Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • In Campania sfida a cinque, tra veleni e dubbi legge Severino

colonna Sinistra
Sabato 30 maggio 2015 - 17:50

In Campania sfida a cinque, tra veleni e dubbi legge Severino

Battaglia all'ultimo voto fra Caldoro e De Luca, incognita M5S
20150530_174958_D7069EB8

Napoli, 30 mag. (askanews) – Sarà ricordata come la campagna elettorale dei veleni questa delle Regionali 2015 in Campania, dove le polemiche sulle fedine penali dei candidati e sull’ipotesi di sospensione in base alla legge Severino hanno prevalso sui programmi. Dei cinque aspiranti alla presidenza la sfida più significativa è la riproposizione di quella del 2010 tra l’attuale governatore Stefano Caldoro, Fi, e Vincenzo De Luca, Pd. Le incognite, o sorprese, che potrebbero segnare l’esito del voto sono due: una buona affermazione della cittadina del M5S Valeria Ciarambino, unica donna candidata, il peso dell’elettorato moderato dell’Udc che si è diviso tra centrodestra e centrosinistra. A sostegno di Salvatore Vozza le sinistre riunite nella lista “Sinistra al lavoro per la Campania”. Di stampo meridionalista la lista civica Mo! che punta sul giornalista Marco Esposito.

A fronte dei cinque anni di governo regionale Caldoro, napoletano, 54 anni, ha puntato sullo slogan “Finalmente il futuro”. La coalizione di centrodestra annovera Fi, Ncd, Fratelli d’Italia, Caldoro presidente, Noi Sud, Popolari per l’Italia-Pri, Mai più Terra dei Fuochi, Vittime della giustizia e del Fisco. “A testa alta” il motto di De Luca, nato a Ruvo del Monte (Potenza) nel 1949, che conta sull’appoggio di 9 liste: Pd, Centro Democratico, Campania in rete, Verdi, Socialisti, Campania libera, Italia dei Valori, De Luca presidente, Udc. Pur presentandosi con il logo del partito nella coalizione di centrosinistra, l’Udc è sostanzialmente divisa. L’ala demitiana, con il placet di Lorenzo Cesa, ha scelto De Luca. L’ala vicina a Casini, invece, appoggia Caldoro.

Compatto su Valeria Ciarambino, quarantadue anni di Pomigliano d’Arco (Napoli), il M5S che punta sui temi propri del Movimento sotto lo slogan “Spazza via il vecchio, il nuovo siamo noi”. A sostegno di Salvatore Vizza “Sinistra al Lavoro per la Campania”, lista unitaria i partiti, associazioni e realtà della sinistra campana. Sessantadue anni, di Castellammare di Stabia (Napoli) Vozza ha scelto lo slogan “Ora puoi scegliere”. In politica da pochi anni il cinquantaduenne giornalista Marco Esposito (un passato al Mattino ed ex assessore della prima giunta de Magistris a Napoli) che ha creato un Movimento e una lista civica di stampo meridionalista.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su