Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Salvini: class action contro Renzi-Alfano,favoriscono clandestini

colonna Sinistra
Sabato 14 marzo 2015 - 17:37

Salvini: class action contro Renzi-Alfano,favoriscono clandestini

"Omicidio Terni anche per colpa loro". Pd: provocazione squallida
20150314_173735_9E199226

Roma, 14 mar. (askanews) – “Dopo l’ennesima tragedia annunciata, questa volta a Terni come Lega abbiamo intenzione di denunciare Renzi e Alfano per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Chi di voi ci sta?”. Il leader della Lega Matteon Salvini, via Facebook ha annunciato l’avvio di una raccolta di firme del Carroccio fra i cittadini per promuovere una class action contro il premier Matteo Renzi, segretario del Pd, e il ministro dell’Interno Angelino Alfano, segretario Ncd a seguito dell’omicidio a Terni commesso dall’uomo marocchino per due volte espulso dall’Italia ma non allontanato in attesa di conoscere l’esito del suo ricorso contro il provvedimento di espulsione.

“Morire a 27 anni innocente sgozzato per strada a Terni – aveva attaccato ieri il leaeder Lega sull’omicidio in Umbria- è pazzesco. L’assassino è un marocchino, ubriaco e drogato, già espulso. Era ri-sbarcato a Lampedusa, aveva chiesto asilo politico. Ora è in galera. Un altro morto sulla coscienza degli amici di Mare Nostrum. Una preghiera per il povero David e per la sua famiglia. E per l’assassino, niente galera in Italia, troppo comodo. Espulsione immediata a calci in culo nel suo Marocco, dove potrà davvero marcire in una galera adatta a un verme come lui”. Alle sirene di Tosi non è rimasto indifferente l’europarlamentare Fi Giovanni Toti, consigliere stretto di Silvio Berlusconi. “Terni, inaccettabile essere uccisi da chidoveva essere espulso”, ha scritto su Twitter.

Mentre il Pd ha reagito all’iniziativa di Salvini bollandola come “provocazione ridicola”. “Ieri la richiesta d’asilo per gli italiani, oggi una class action contro il governo, chissà domani cosa ci riserberà. E’ squallido – ha affermato la responsabile per Immigrazione e Diritti Micaela Campana- che si usi la sofferenza delle persone per la propaganda. Il segretario della Lega che non si imbarazza davanti i suoi alleati che portano in piazza immagini del Duce è motivo di imbarazzo per gli italiani. Perchè chi afferma che l’antifascismo è una cosa da libri di storia non è degno di pensare di governare un Paese che sull’antifascismo si fonda. Sarebbe il caso che invece di inventare slogan, la nuova Lega di Salvini si interrogasse sui suoi principi ispiratori”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su