Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Scuola, Renzi non farà decreto: ddl è “segnale al Parlamento”

colonna Sinistra
Lunedì 2 marzo 2015 - 21:00

Scuola, Renzi non farà decreto: ddl è “segnale al Parlamento”

Noi dittatorelli? Cambiamento radicale ma coinvolgiamo opposizioni
20150302_210019_917643F9

Roma, 2 mar. (askanews) – Basta con questa storia di noi ‘dittatorelli’. Stiamo lavorando a un cambiamento radicale, ma vogliamo coinvolgere maggioranza e opposizioni. E’ questo, in sostanza, il ragionamento che ha fatto, secondo fonti di palazzo Chigi, il presidente del consiglio Matteo Renzi ai suoi collaboratori, commentando dichiarazioni recenti di esponenti della Lega e del capogruppo di forza Italia alla Camera, Renato Brunetta.

Sulla scuola, Renzi ha spiegato al suo entourage che vuole dare un messaggio al Parlamento, riprendendo lo spirito delle dichiarazioni delle opposizioni e del presidente della Repubblica. “Non faremo, dunque, subito un decreto legge – è il pensiero del premier – ma proporremo un disegno di legge, chiedendo tempi certi al lavoro parlamentare”. Se tutti saranno rispettosi e attenti, se non ci sarà ostruzionismo, allora, prevede il capo del Governo, le ragioni di urgenza saranno rispettate dal normale dibattito parlamentare.

Quella che Renzi ha illustrato ai suoi è una sfida “in positivo”. Sui contenuti ma anche sul metodo. Domani Renzi proporrà di fare disegno di legge e non decreto legge. E vedremo le opposizioni, ha sottolineato parlando con i suoi collaboratori.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su