Header Top
Logo
Venerdì 21 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Deputati maggioranza scrivono a Renzi: sostenere scuole paritarie

colonna Sinistra
Domenica 1 marzo 2015 - 17:56

Deputati maggioranza scrivono a Renzi: sostenere scuole paritarie

Primo firmatario Gigli (Per l'Italia), molte firme Pd
20150301_175642_B7A4611C

Roma, 1 mar. (askanews) – Quarantaquattro deputati appartenenti a gruppi parlamentari di maggioranza hanno pubblicato su Avvenire una lettera-appello al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per chiedere un maggiore impegno a favore della scuola privata. “Il Piano per la ‘Buona Scuola’ – si legge nella lettera – è il più importante tentativo di riformare globalmente la scuola italiana dall’epoca della riforma gentiliana. Proprio per questo lo slancio riformatore che il governo sta portando avanti in molti campi non può perdere un’occasione irripetibile per avviare nei fatti lo storico gap della scuola italiana in tema di pluralismo e libertà di educazione. Un sistema fondato sulla detrazione fiscale, accompagnato dal buono scuola per gli incapienti, sulla base del costo standard, potrebbe essere un primo significativo passo verso una soluzione di tipo europeo”.

“Lo Stato moderno – si sottolinea nella lettera, a prima firma Gianluigi Gigli (gruppo ‘Per l’Italia-Cd’) ma sottoscritta anche da molti parlamentari del Pd – dovrebbe saper trasformarsi da gestore in controllore e garante della qualità formativa di tutta l’offerta pubblica”.

“Si tratta solo di incominciare a dare attuazione concreta ai principi della Legge Berlinguer del 2000, senza ulteriori inaccettabili discriminazioni per le famiglie che intendono avvalersi delle scuole pubbliche paritarie. Del resto, se fosse pubblico solo ciò che è statale, l’Italia – conclude la nota che sintetizza l’appello – non potrebbe vantare due giganti della pedagogia moderna come Maria Montessori e don Lorenzo Milani”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su