Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Fatto pubblica lettera 2010 Verro a Berlusconi, lui la rinnega

colonna Sinistra
Giovedì 19 febbraio 2015 - 15:07

Fatto pubblica lettera 2010 Verro a Berlusconi, lui la rinnega

Il quotidiano di Travaglio: editto bulgaro bis per 8 trasmissioni
20150219_150705_6D9776DF

Roma, 19 feb. (askanews) – Otto trasmissioni “fortemente connotate da teoremi pregiudizialmente antigovernativi”: a segnalare negativamente Annozero, Parla con me, Che tempo che fa, In mezz’ora, Report, Ballarò, Lineanotte e Glob sarebbe stato il consigliere Rai Antonio Verro in una lettera inviata nel 2010 all’allora premier Silvio Berlusconi. La lettera viene pubblicata nell’edizione di oggi del Fatto quotidiano con il titolo: “L’Editto bulgaro bis. ‘Sabotiamo otto programmi anti-B.'”. Ma è lo stesso Verro a smentire tutto: è “impossibile – dice – che abbia potuto scrivere questo”.

Nella lettera, inviata via fax, si spiega che i “programmisono inseriti nel palinsesto che il Direttore Generale ha giàpresentato, ma su cui il consiglio non può fare decisivainterdizione”. “Unico rimedio ipotizzabile – si sottolinea -sarebbe quello di mettere paletti relativi a composizione delpubblico, strettoie organizzative e scelta di ospiti politici (enon) delle suindicate trasmissioni, tramite i Direttori direte”. Nella lettera si indicava anche come di “fondamentale importanza” la nomina di Susanna Petruni a direttore di RaiDue.

Sempre al Fatto Verro conferma che il suo rapporto con Berlusconi è “quarantennale” e che è “plausibile” gli abbiapotuto scrivere una lettera. Smentisce però il contenuto dellalettera datata Roma, 25 agosto 2010: “E in agosto lei pensapotessi essere a Roma?”, replica al giornalista. E ancora:”Impossibile che abbia potuto scrivere questo. Indicare il nomedella Petruni poi! Smentisco al 100 per cento. No: al 102 percento”. Verro spiega poi che idea si è fatto del motivo per cui è stata tirata fuori questa lettera: “Sono l’unico consigliere di amministrazione che si oppone alla riforma di Gubitosi. Fareuscire proprio adesso questa missiva significa una cosa sola:tentare di mettermi in difficoltà alla vigilia di un decisivoconsiglio nel quale la riforma dev’essere votata”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su